verdura

Il porro, versatile ortaggio autunnale

 il porroIl porro è una pianta di antichissima origine, la Francia ne è oggi la miglior produttrice. Appartenente alla stessa famiglia della cipolla, le liliacee, concentra la sua parte edibile nella parte bianca del fusto. Indicato nei casi di stitichezza, obesità, anemia e artrite. Utile nella regolazione del colesterolo.

Cetriolo

cetrioliRecentemente messo sotto accusa come responsabile dell’epidemia di escherichia coli e poi completamente scagionato, il cetriolo è un vegetale prezioso per il nostro benessere

L’asparago, verdura di stagione per la tua dieta

asparagoL’asparago è, scientificamente parlando, una pianta della famiglia delle Liliacee, la stessa alla quale appartengono aglio, cipolla, porro ma anche giglio, tulipano, mughetto, giacinto. Ricco di amminoacidi, acido folico, manganese, fosforo, vitamine A e B, calcio e potassio, fibre, poverissimo di sodio e privo di colesterolo, è un alimento sano e nutriente.

Pomodoro

Pomodoro Il pomodoro è una solanacea originaria dell’America Latina che fu per lungo tempo coltivata in Europa a scopo ornamentale poiché non si credeva che i frutti fossero commestibili. Solo all’inizio del secolo scorso il pomodoro iniziò ad essere coltivato come prodotto alimentare. Attualmente la produzione italiana è monopolio di quattro regioni : Emilia Romagna, Campania, Puglia e Sicilia.

Frutta e verdura: benessere per i nostri bambini

Bambini frutta e verdura A nulla valgono le campagne di educazione alimentare e la presenza di frutta e verdura a scuola.  I nostri bambini non le amano particolarmente . Eppure consumare frutta e verdura, almeno 5 porzioni al giorno dicono le Linee Guida del Ministero, aiuta a vivere più sani e più a lungo . E’ opportuno, quindi, abituare i nostri piccoli a questi preziosi alleati.

Frutta e verdure fresche o trasformate?

Frutta e verdura, fresca o trasformata? Quest’oggi adieta.it vuole occuparsi di una fetta del mercato in continua ascesa: la frutta e la verdura trasformate.
Negli ultimi anni il consumo di ortofrutta fresca ha registrato fasi alterne, nonostante sia crescente nel consumatore la consapevolezza della validità nutrizionale e salutistica insita nel consumo della frutta.