Frutta e verdura: benessere per i nostri bambini

Bambini frutta e verdura A nulla valgono le campagne di educazione alimentare e la presenza di frutta e verdura a scuola.  I nostri bambini non le amano particolarmente . Eppure consumare frutta e verdura, almeno 5 porzioni al giorno dicono le Linee Guida del Ministero, aiuta a vivere più sani e più a lungo . E’ opportuno, quindi, abituare i nostri piccoli a questi preziosi alleati.

Ma perché mangiare frutta e verdura ?

  1. In primo luogo sono una fonte di vitamine e sali minerali . Entrambi agiscono come antiossidanti dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare. I sali minerali hanno anche una funzione protettiva e regolano anch’essi tutte le attività biochimiche.
  2. La fibra contenuta in questi alimenti agevola la peristalsi intestinale e non solo. Esistono, infatti, diversi tipi di fibra, suddivisibili in due grandi categorie: la fibra insolubile in acqua (che svolge una efficace azione nel normalizzare le funzioni intestinali, aiutando a prevenire malattie disturbi dell’apparato digerente quali stipsi, emorroidi, cancro del colon) e la fibra formante gel (solubile), che agisce soprattutto abbassando le concentrazioni di glucosio e di colesterolo nel sangue. Vi sono frutta e ortaggi ricchi di entrambi i tipi di fibra (ad esempio mele consumate con la buccia, kiwi, patate, melanzane, carote, ecc.), frutta e ortaggi ricchi soprattutto di fibra insolubile (insalate crude, funghi,ecc.) e frutta e ortaggi ricchi soprattutto di fibra solubile (agrumi, carciofi, pesche, albicocche, ecc.).
  3. Sono alimenti che abbassano il rischio obesità e prevengono l’insorgenza di alcuni tipi di tumore.

Quindi, frutta e verdura devono essere giornalmente presenti sulle nostre tavole, ma se proprio i vostri figli non ne vogliono sentir parlare allora possiamo utilizzare alcuni accorgimenti:

  • aggiungete frutta ai cereali della prima colazione, magari in pezzi piccoli;
  • aggiungete frutta tagliuzzata o purea di frutta allo yogurt o al gelato;
  • somministrate un frullato con frutta fresca;
  • preparate degli spiedini di frutta e verdura e lasciateli in bella vista;
  • mettete a disposizione una varietà di frutta e verdura in modo da incoraggiarne il consumo
  • preparare le verdure in modi diversi per cambiare la consistenza: cotte, crude, in purea, cotte al forno, gratinate o in frittata, nel sugo, sulla pizza, nel polpettone…
  • è possibile creare vere e proprie scenografie con la verdura e quindi incuriosire il bambino: ad esempio 2 cucchiai di purè con le zucchine incorporate possono essere colline verdi e un gambo di broccolo la pianta sulle colline. E ancora perché non fare un topolino con gli spinaci, gli occhi con pezzetti di formaggio e le orecchie con carote bollite?

Per gustare frutta e verdura al meglio delle loro possibilità è importante che siano di stagione.  Questo per due motivi:

  • i prodotti di serra sono spesso importati da Paesi che consumano quantità di pesticidi superiori ai limiti consentiti in Italia. Il modo migliore per tutelarsi è controllare con estrema attenzione ciò che si porta in tavola adottando alcune semplici precauzioni:
    • 1) non acquistare frutta e ortaggi di serra provenienti da Spagna, Grecia e Turchia. Per conoscere l’origine dei prodotti in vendita, basta leggere bene le etichette che li accompagnano;
    • 2) se proprio non volete rinunciare a pomodori, fragole, asparagi e altri ortaggi e frutti fuori stagione, cercate almeno di acquistare prodotti biologici, oggi reperibili anche nei normali supermercati;
    • 3) la garanzia migliore per ridurre al minimo la presenza di pesticidi nel proprio piatto è acquistare sempre frutta e ortaggi di origine nostrana. Tra questi rientrano ad esempio tutti i tipi di cavolo, i porri, le patate, le carote, le insalate tipo cicoria tutti generi che, essendo prodotti in loco, costano anche di meno.
  • dal punto di vista nutrizionale è risaputo che la frutta raccolta molto tempo prima di essere consumata perde alcune delle sue caratteristiche, in particolare cala il contenuto di vitamine; c’è, infatti, un rapporto inversamente proporzionale fra contenuti nutrizionali e tempo intercorso dalla raccolta del prodotto al momento del consumo.

Per aiutarvi nella scelta di frutta e verdura di stagione vi proponiamo di seguito il calendario della stagionalità:

  Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Aglio                        
Asparagi                        
Broccoli                        
Cardi                        
Carote                        
Cavolfiore                        
Cavolo nero                        
Cetrioli                        
Cipolle                        
Fagioli                        
Fagiolini                        
Finocchi                        
Funghi                        
Mais                        
Melanzane                        
Ortiche                        
Patate                        
Peperoni                        
Piselli                        
Pomodori                        
Porri                        
Rape Rosse                        
Radicchio                        
Scalogno                        
Sedano                        
Sedano rapa                        
Spinaci                        
Taccole                        
Verze                        
Zucca                        
Zucchine                        

Frutta di stagione

  Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Albicocche                        
Arance                        
Cachi                        
Castagne                        
Ciliegie                        
Fichi                        
Fragole                        
Lamponi                        
Mandarini                        
Mele                        
Mirtilli                        
Mirtilli rossi                        
More                        
Pere                        
Pesche                        
Prugne                        
Pompelmi                        
Ribes                        
Susine                        
Uva                        
Uva spina                        

Consigli per gli acquisti

Acquistate sempre prodotti di stagione, freschi e di buona qualità (in questo modo si risparmia poiché gli scarti sono ridotti). Attenzione per esempio alle foglie che non devono essere troppo appassite o troppo bagnate Gli ortaggi e la frutta di media grandezza sono i migliori, quelli grandi sono duri e fibrosi, quelli di grandezza inferiore spesso sono Bambini frutta e verduraimmaturi.

Conservazione

Frutta e verdura devono essere conservate in luoghi freschi e umidi, meglio in frigorifero. Va tenuto presente che non tutti gli ortofrutticoli sopportano il freddo. Si consiglia di conservare agrumi, ananas, banane, melanzane, peperoni, pomodori e cetrioli tra i 7 e i 12° C. Le cipolle tra 0 e 2° C, banane e zucche devono essere conservate fuori frigo. Anche le patate a patto che siano lontano dalla luce.

LA RICETTA

Involtini di zucchine

Tagliate le zucchine a fette per il lungo e grigliatele, poi stendete su ogni zucchine una fettina di prosciutto cotto, una fetta di fontina.
Create degli involtini che chiuderete con uno stuzzicadenti e metteteli in una pirofila con un filo di olio. Infornate per 10 minuti a 180 gradi.

Vsb:t

Please follow and like us:

Lascia un commento