fitoterapia

Il tarassaco – Fitoterapia

tarassaco Pianta originaria dell’Europa e dell’Asia. In Italia è conosciuta come “dente di leone”, appellativo derivato dalla forma delle sue foglie.
Nel passato era nota come “Piscialletto”, in riferimento alle sue proprietà diuretiche.
Ha un’altezza di circa 15-25 cm., i fiori sono di color giallo intenso e fioriscono da aprile a novembre.
E’ una pianta molto difficile da estirpare una volta che abbia messo radici in giardino.

Angelica – Fitoterapia

L'angelica E’ una delle erbe più antiche e oggi viene utilizzata per la decorazione di dolci.
Originaria dell’Europa del Nord, era legata a festività pagane ed era considerata una protezione contro le pratiche di stregoneria.
Il suo nome trae origine dall’ avvento cristiano ed è un riferimento al suo periodo di fioritura, verso l’8 maggio.

La liquirizia – Fitoterapia

liquiriziaAdieta.it implementa i propri contenuti introducendo delle schede fitoterapiche per il mantenimento del proprio benessere. La fitoterapia si avvale dell’utilizzo delle piante per la cura delle malattie. Oggi ci occupiamo della liquirizia . La liquirizia conosciuta in Asia gia’ 5000 anni fa, viene infatti menzionata in uno dei primi erbari cinesi. Il suo nome deriva dal greco glucos (dolce) e riza (radice). Pianta della famiglia Leguminose Papilionate, specie Glycyrrhiza glabra, cresce spontanea nelle regioni del bacino mediterraneo , compresa l’ Italia.

Il Timo – Fitoterapia

Il Thymus vulgaris è una delle erbe più famose e più utilizzate in cucina.
Il suo uso risale ai tempi dell’antica Grecia, dove si consumavano grandi quantità di Thymus capitanus, pianta che cresceva allo stato selvatico in abbondanza; furono i Romani a introdurne l’uso quotidiano in cucina.