L’aglio – Fitoterapia

fitoterapia - aglio La parola aglio deriva dal celtico all = caldo, bruciante, per il sapore. Detto anche scordo è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Gigliacee, specie Allium sativum.

Un po’ di storia
Originario dell’Asia , i Greci e Romani ne fecero largo uso riconoscendogli proprietà ricostituenti e depurative. Anche nel Medioevo l’ Allium Sativum era ricercatissimo per combattere la peste, considerato dai medici l’unica salvezza contro il mortale morbo.

Attualità
Le maggiori produzioni mondiali provengono ancora oggi da Paesi quali India e Cina, in Europa i principali produttori sono Spagna ed Italia . Se ne conoscono 3 varietà, a seconda del colore, del rivestimento, degli spicchi, del bulbo:

  • 1. bianca : comprende le varietà di aglio a tuniche esterne bianche; queste presentano bulbi grossi e compatti, con spicchi regolari. Sono le più diffuse a livello nazionale, si adattano all’impianto autunnale al centro-sud, oppure primaverile al nord, hanno buona produttività e conservabilità. Fa parte di questo gruppo il Bianco Piacentino, il più diffuso in Italia.
  • 2. rosa : è caratterizzato da tuniche esterne di color bianco roseo o bianco-giallo; forma bulbi grossi con più di venti spicchi, piccoli e meno regolari rispetto all’aglio bianco. Adatto all’impianto autunnale solamente a sud-Italia ove viene apprezzato per la sua precocità (circa un mese). Esso è consumato soprattutto come aglio fresco data la sua scarsa conservabilità. Appartengono a questo gruppo l’aglio Rosa napoletano ed il rosa di Agrigento.
  • 3. rossa : rispetto alle precedenti presenta una testa più grande, (regolare e perfettamente conformata), più ricco di olii essenziali (come dimostrano l’odore e il sapore particolarmente penetranti), si conserva a lungo. Appartengono a questo gruppo l’aglio rosso di Sulmona e quello di Nubia.

Sono note anche numerose specie che crescono allo stato selvatico come l’Allium ursinum, l’allium vineale e l’allium victorialis.

Curiosità
L’ aglio solo se schiacciato o masticato contribuisce all’alito cattivo perchè l’enzima allinasi converte il solfuro di allile (allina) in allicina, dall’odore pungente.
L’allicina viene poi scissa in altri composti solforati.

Principi attivi
Olio essenziale costituito da bisolfuro di allile, allicina, alligna, glucosidi, ajoene, selenio.

COMPOSIZIONE E VALORE ENERGETICO DELL’AGLIO
(100gr di prodotto fonte tabelle IEO)
Parte edibile 75 % Fibra 2.3 g
Acqua 80,0 g Potassio 347 mg
Proteine 0.9 g Ferro 1.5 mg
Lipidi 0.6 g Calcio 14 mg
Glucidi disponibili 8.4 g Fosforo 63 mg
Colesterolo 0 g Niacina 1.3 mg
Energia 41 Kcal Vitamina C 5 mg

 

Proprietà

Azione ipertensiva . L’aglio è un regolatore di pressione arteriosa e, in particolar modo, riduce la minima attraverso la vasodilatazione capillare. Questo sembra essere dovuto ad una azione modulatrice sui fattori sia vasodilatanti che vasocostrittori.

Azione antibiotica . Varie ricerche hanno dimostrato il potere antibiotico dell’aglio verso i batteri patogeni, la sostanza cui è attribuita tale proprietà è l’allicina che agisce su vari enzimi coinvolti nel metabolismo dei microrganismi.

Azione antisettica ed espettorante . L’essenza degli estratti di olio, eliminata per via respiratoria, esercita un’azione antisettica, balsamica ed espettorante.

Azione su patogeni delle piante . L’azione antibiotica dell’aglio è ormai accertata su molti patogeni delle piante. L’estratto di aglio è particolarmente efficace contro la Peronospora delle cucurbitacee e il Fusarium oxysporum del cece.

Azione diuretica . Sembra che il bisolfuro, in fase di eliminazione, eserciti una azione diuretica. fitoterapia - aglio

Azione antiossidante grazie alla presenza del selenio.

Azione di riduzione colesterolo totale nel sangue: una monografia dell’OMS (Organizzazione mondiale della Sanità-1999) indica l’aglio come coadiuvante nella dieta a basso contenuto di colesterolo.

Azione antitumorale : studi condotti su animali indicano che i solfuri di allile contribuiscono a combattere il cancro al colon.

Azione sull’apparato gastrointestinale . L’aglio è un efficace antisettico nelle infezioni acute e croniche delle mucose intestinali.

Azione antimicotica . Nuove ricerche hanno dimostrato che l’aglio, essendo un battericida e fungicida naturale combatte la candidosi. La Candida albicans è un fungo che alberga abitualmente nell’intestino umano e che in un soggetto sottoposto a lunghe cure antibiotiche si moltiplica provocando disturbi che vanno dal gonfiore addominale, al rallentamento della digestione, al prurito vaginale associato a perdite biancastre.

Controindicazioni : raramente può causare allergie nei soggetti predisposti. Se introdotto a dosi elevate e per lunghi periodi di tempo può indurre ulcera gastrica.

Forma galenica : pillole, capsule, sciroppi e tinture.

Ricetta sfiziosa

SALSA ALL’AGLIO O AGLIATA
Pestare nel mortaio cinque spicchi d’aglio, aggiungere olio d’oliva extravergine e amalgamare.
Quindi unire mollica di pane inzuppata d’aceto e una presa di sale. Utilizzare questa salsa per condire carni e pesci bolliti.

GLOSSARIO

Antimicotico : sostanza che combatte le micosi, infezioni dovute a funghi microscopici parassiti.

Peronospora : fungo microscopico, general. parassita delle piante, alle quali procura una sorta di muffa biancastra o grigia sulla pagina inferiore delle foglie. (Famiglia delle Peronosporacee.)

Fusarium oxysporum : agente patogeno responsabile di alcune malattie nelle piante.

Vsb:t

Lascia un commento