frutta

Arriva l’estate. Viva l’albicocca

AlbicoccheLatini la chiamavano “Prunus armeniaca“, convinti che la sua origine fosse in Armenia (arriva invece dalla Cina), ma a diffonderla e coltivarla in Europa furono gli Arabi, che la battezzarono Al-barquq, da cui albicocca. Un frutto gustoso e prezioso, non solo per l’alimentazione ma anche per la cosmesi, come vedremo in seguito. Cinque sono i modi in cui si può gustare l’albicocca: fresca, essiccata, candita, sciroppata, in confettura.

La frutta secca

frutta seccaLa frutta secca fa parte della dieta dell’uomo fin dall’epoca preistorica; negli ultimi decenni, la frutta secca ha attirato l’attenzione dei ricercatori per il loro potenziale beneficio nei confronti della prevenzione delle patologie cardiovascolari

Amarena, visciola o marasca: dolcemente amara nella nostra dieta

l'amarenaLa sua fioritura, alle nostre latitudini, è considerata uno dei segnali dell’arrivo della seconda parte della primavera, quella contraddistinta da temperature più alte e che ci introduce a un clima praticamente estivo: stiamo parlando del Prunus Cerasus, pianta delle Rosacee, il cui frutto è volgarmente noto con il nome di amarena, oppure (in alcune regioni) di amarasca o marasca oppure visciola.

L’estate e i colori della frutta: la tavolozza della salute

Da qualche anno si sta diffondendo una nuova disciplina che tende ad assegnare ai colori dei vegetali proprietà preventive e anche curative particolari. A cavallo fra scienza ufficiale e cromoterapia, in attesa che ulteriori sperimentazioni comprovino con maggior precisione la scientificità della teoria (che comunque è già sfruttata pubblicitariamente da alcuni produttori di succhi di frutta e di minestre pronte), cerchiamo di capire qualcosa di più.