Come preparare la pelle del viso e del corpo all’estate e all’abbronzatura

Per una pelle pronta all’estate occorre prendersene cura già in primavera, idratandola tutti i giorni e consumando frutta e verdura con betacarotene.

Vediamo le tre semplici regole per preparare la nostra pelle all’esposizione ai raggi solari estivi.

Prima di esporsi al caldo sole estivo, la pelle deve essere ben preparata per godere dell’azione benefica dei raggi solari ed evitare potenziali rischi quali eritemi, fotodermatosi e danni alle cellule cutanee provocati dai raggi ultravioletti.

Il miglior modo per avere una pelle idratata e tonificata, in perfetto equilibrio e pronta per affrontare l’estate, è iniziare a prendersene cura quotidianamente già durante la stagione primaverile.

abbronzatura senza problemi

Per quanto concerne l’idratazione, occorre agire sia per via interna, bevendo molta acqua oligominerale naturale a tavola e durante l’intero arco della giornata, sia per via esterna, fornendo alla pelle le sostanze nutrienti e le vitamine di cui ha bisogno per conservarsi fresca e luminosa. Via libera quindi a creme, gel e oli idratanti.

La pelle di viso e corpo deve essere ora più che mai depurata grazie a scrub e peeling, maschere, argille e fanghi.

Per il corpo, potete sostituire il tradizionale bagnoschiuma con oli detergenti, che puliscono con maggior delicatezza e rendono la pelle più morbida ed elastica, senza alterare il film idrolipidico.

Altro step fondamentale per avere la pelle pronta al sole estivo consiste nel tonificarla con prodotti dotati di azione rinfrescante, rassodante e purificante. Ottima la scelta di tonici e lozioni a base di oli essenziali, estratti vegetali e sostanze antisettiche capaci di donare alla pelle secca e stressata nuova vitalità, restituendole il suo pH naturale.

Scrub per il viso pre-abbronzatura

La tarda primavera e l’inizio dell’estate riservano spesso giornate assai calde e molto soleggiate. A tal proposito, è opportuno proteggere le zone più esposte ai raggi solari anche se non si è in spiaggia o in montagna. Applicare la crema solare con un medio-alto livello di protezione su viso, mani e décolleté anche per andare in ufficio o fare una passeggiata è un eccellente rimedio contro le radiazioni solari che possono colpirci ovunque, persino all’ombra.

Infine aiutiamo la pelle a tavola, consumando molta frutta e verdura di stagione, in particolare quelle ricche di betacarotene come pomodori, zucche, rape, carote, pesche, albicocche, meloni, spinaci, peperoni rossi, broccoli. Il betacarotene, utile prima, durante e dopo l’esposizione al sole, predispone la pelle ai raggi ultravioletti sia stimolando la produzione di melanina sia combattendo l’invecchiamento cutaneo grazie alla sua azione di contrasto nei confronti dei radicali liberi.

Prepariamo l'abbronzatura con i cibi giusti

Vsb:t

Share:

Altri Articoli

Il porro, versatile ortaggio autunnale

il porroIl porro è una pianta di antichissima origine, la Francia ne è oggi la miglior produttrice. Appartenente alla stessa famiglia della cipolla, le liliacee, concentra la sua parte edibile nella parte bianca del fusto. Indicato nei casi di stitichezza, obesità, anemia e artrite. Utile nella regolazione del colesterolo.

Zucca: una regina dell’autunno

ZuccaA Cristoforo Colombo dobbiamo la scoperta non solo degli arcinoti patata e pomodoro, ma anche dell’umile e utilissima zucca, coltivata in Messico e in tutta l’area dell’America centrale fin dal 6.000 a.C.; appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee (insieme a cetrioli, cocomeri, meloni e zucchine) e ha un numero pressoché infinito di varietà, al punto che la classificazione completa è praticamente impossibile; ma tutte le Cucurbitacee, dal punto di vista nutrizionale, sono caratterizzate dal fatto di possedere una grandissima percentuale di acqua, mediamente del 95%.

Le Castagne, frutti d’autunno

Castgna E’ il più noto dei frutti amidacei o farinosi. E’ frutto del castagno , albero della famiglia delle Fagacee, specie Castanea sativa che vive nell’Europa mediterranea. Ne esistono numerose qualità di cui la più nota è il marrone , di dimensioni più grandi e qualità più pregiata. I marroni possono raggiungere anche 50 grammi e sono a forma di cuore, a base triangolare, scorza brunorossiccia, polpa dolce e carnosa.

Nella dieta d’estate la preziosa anguria

Estate: Anguria nella dietaL’anguria, conosciuta anche come cocomero o dialettalmente cocomera, è scientificamente il frutto di una pianta della famiglia delle cucurbitacee originaria delle regioni tropicali dell’Africa, precisamente del deserto del Kalahari (lì si dice che venne scoperta dall’esploratore sir David Livingstone). Il frutto, dalla caratteristica polpa rossa (qualche specie però è gialla) punteggiata di piccoli semi neri (o bianchi o gialli) assolutamente commestibili, ha un elevatissimo contenuto d’acqua e di zuccheri semplici, vitamina A e vitamina C.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti se non vuoi perderti i prossimi articoli e le prossime offerte!

aDieta.it © 2018-2019 Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali.

Vendita online a cura di: Garam s.r.l. Via Serviliano Lattuada, 16 – 20135 Milano – Tel. 02 56568491 – Part. IVA 09995210961 – REA MI-2126817

'}]}