6 regole fondamentali da seguire durante una dieta

Seguire una dieta impone una grande forza di volontà. Vi proponiamo sei semplici regole da rispettare per perdere peso.

Seguire una dieta e attenersi alle indicazioni del dietologo non sempre è facile. Occorre una grande forza di volontà, una buona capacità di controllo degli stimoli dell’appetito e tanta motivazione. Ogni dieta particolare propone un certo tipo di consumo di alimenti che garantisce dei risultati commisurati alle condizioni di partenza di ciascuna persona, ma qualsiasi sia la dieta che seguite, ci sono alcune regole fondamentali che devono sempre essere rispettate.

  1. Preparate con cura le vostre porzioni. Qualsiasi cosa mangiate, considerate sempre con attenzione il peso e la quantità. In molte diete è possibile mangiare tanti cibi diversi, ma a condizione di controllare scrupolosamente ogni quantitativo ingerito.
  2. Mangiate molta frutta e verdura. Frutta e verdura contengono poche calorie, ma hanno molte sostanze nutritive e molte fibre, che riempiono lo stomaco riducendo la sensazione di fame. Chi mangia molta frutta e verdura ha buone probabilità di dimagrire rapidamente e di mantenere i risultati raggiunti.
  3. Evitate le cene e i pranzi al ristorante. Sebbene sia molto divertente e rilassante passare una serata in un locale per cena o pranzare in una trattoria, bisogna evitare il più possibile. La maggior parte dei cuochi infatti usa larghe quantità di burro e di olio per condire i piatti, introducendo nell’organismo un ammontare considerevole di grassi, nemici dichiarati di ogni dieta.
  4. Mangiate prodotti con farine integrali. Le farine raffinate, come quelle 00, hanno un elevato indice glicemico a fronte di un potere nutritivo ridotto rispetto ai prodotti contenenti farine integrali. Inoltre queste ultime contengono una larga quantità di fibre e sono una fonte di vitamina B6, che riduce gli effetti della sindrome premestruale, e di vitamina E, benefica per la salute della pelle.
  5. Tenete sotto controllo i grassi. Questi dovrebbero essere limitati a un consumo che non supera il 30% delle calorie giornaliere da assumere. Scegliere per ogni alimento una versione che implica la minima quantità di grassi presenti, per esempio evitando le fritture, è un valido modo per ridurre l’ingestione di lipidi e perdere peso.
  6. Fate sport. La pratica di esercizi ginnici è il migliore alleato di una dieta, perché vi consente di bruciare calorie evitandone l’accumulo sotto forma di adipe. Inoltre una sana attività fisica aiuta a tenere sotto controllo l’eccessivo stimolo della fame.

 6 regole per una dieta

Vsb:t

Share:

Altri Articoli

Il porro, versatile ortaggio autunnale

 il porroIl porro è una pianta di antichissima origine, la Francia ne è oggi la miglior produttrice. Appartenente alla stessa famiglia della cipolla, le liliacee, concentra la sua parte edibile nella parte bianca del fusto. Indicato nei casi di stitichezza, obesità, anemia e artrite. Utile nella regolazione del colesterolo.

Zucca: una regina dell’autunno

ZuccaA Cristoforo Colombo dobbiamo la scoperta non solo degli arcinoti patata e pomodoro, ma anche dell’umile e utilissima zucca, coltivata in Messico e in tutta l’area dell’America centrale fin dal 6.000 a.C.; appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee (insieme a cetrioli, cocomeri, meloni e zucchine) e ha un numero pressoché infinito di varietà, al punto che la classificazione completa è praticamente impossibile; ma tutte le Cucurbitacee, dal punto di vista nutrizionale, sono caratterizzate dal fatto di possedere una grandissima percentuale di acqua, mediamente del 95%.

Le Castagne, frutti d’autunno

Castgna E’ il più noto dei frutti amidacei o farinosi. E’ frutto del castagno , albero della famiglia delle Fagacee, specie Castanea sativa che vive nell’Europa mediterranea. Ne esistono numerose qualità di cui la più nota è il marrone , di dimensioni più grandi e qualità più pregiata. I marroni possono raggiungere anche 50 grammi e sono a forma di cuore, a base triangolare, scorza brunorossiccia, polpa dolce e carnosa.

Nella dieta d’estate la preziosa anguria

Estate: Anguria nella dieta L’anguria, conosciuta anche come cocomero o dialettalmente cocomera, è scientificamente il frutto di una pianta della famiglia delle cucurbitacee originaria delle regioni tropicali dell’Africa, precisamente del deserto del Kalahari (lì si dice che venne scoperta dall’esploratore sir David Livingstone). Il frutto, dalla caratteristica polpa rossa (qualche specie però è gialla) punteggiata di piccoli semi neri (o bianchi o gialli) assolutamente commestibili, ha un elevatissimo contenuto d’acqua e di zuccheri semplici, vitamina A e vitamina C.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti se non vuoi perderti i prossimi articoli e le prossime offerte!

aDieta.it © 2018-2019 Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali.

Vendita online a cura di: Garam s.r.l. Via Serviliano Lattuada, 16 – 20135 Milano – Tel. 02 56568491 – Part. IVA 09995210961 – REA MI-2126817