Giorno: 20 Agosto 2009

Alimentazione e corpi mobili vitreali

Alimentazione e corpi mobili vitreali
I corpi mobili vitreali sono un disturbo visivo caratterizzato dalla sensazione di vedere attraverso un liquido trasparente nel quale navigano degli oggetti scuri di varie forme e caratterizzati dalla impossibilità di metterli a fuoco.
Comunemente vengono definite “mosche volanti” .

Dieta per gli esami: il decalogo alimentare del maturando

Mancano pochi giorno al Grande Stress, il conto alla rovescia è cominciato, la maturità sta per iniziare.
Mentre i ragazzi sono impegnati nelle ultime ore di ripasso e i loro genitori si prodigano a dispensare suggerimenti o a preparare loro scorte di tè e di caffé per superare le lunghe nottate sui libri, adieta.it vuole dare un “aiuto” nutrizionale ai maturandi.

Dimagrire e riprendere la linea dopo il parto

Dopo il parto la fretta di acquistare la linea perduta ci fa perdere di vista una cosa molto importante: il periodo dell’allattamento non è quello ideale per iniziare a dimagrire.
Il fisico, infatti, esercita uno sforzo notevole per l’allattamento e necessita, oltre che di energia, anche di quantità relativamente abbondanti di specifici nutrienti (proteine, ferro, calcio, acidi grassi polinsaturi).

I dolcificanti

I dolcificanti sono presenti in una vasta gamma di alimenti: dalle conserve di frutta alle zuppe in scatola o disidratate, dai biscotti ai gelati, dalle bevande alcoliche alle gomme da masticare fino ai prodotti vitaminici ed ai farmaci.
La scelta della molecola dipende dal tipo di alimento, dalle proprietà fisico-chimiche (solubilità,cristallizzazione,attività antiossidante), dalla resistenza al calore,dalla stabilità nel tempo e dalla eventuale presenza di retrogusto e proprio per evitare quest’ultima ipotesi è frequente la combinazione di più molecole.

I dolcificanti: gli edulcoranti sintetici

dolcificanti I dolcificanti sintetici sono utilizzati sempre di più per alimenti privi di zucchero adatti a pazienti diabetici e a coloro che seguono diete ipocaloriche.
Tali edulcoranti non possono essere utilizzati liberamente, esistono, infatti, dei regolamenti che fissano una dose massima giornaliera per evitare che l’abuso di questi prodotti porti a conseguenze dannose per la salute umana.