Settembre 2015 a tutto Yoga

Settembre 2015 si presenta ricco di eventi Yoga a cura dell'associazione Yoga Festival. Ecco gli appuntamenti da non perdere a Roma e a Milano!

Per salutare l’estate e ricominciare con la giusta carica, il mese di Settembre si presenta ricco di eventi Yoga pensati per il benessere e il relax personale, che si protarranno per tutto l’autunno 2015.

Ecco alcuni appuntamenti interessanti a cura dell’associazione YogaFestival, selezionati per voi dal team di adieta.it. Siete pronti?

Il primo, in ordine di tempo è YOGA FESTIVAL ROMA, 11-12-13 SETTEMBRE, che si svolerà nella cornice della Cascina Farsetti, nel Parco di Villa Pamphilj. Per gli amanti della disciplina è uno degli appuntamenti più attesi dell’autunno, quest’anno giunto alla sua ottava edizione. Il programma 2015, ricco di seminari, conferenze e free-class è studiato per trasmettere un importante insegnamento: lo Yoga può insegnare a prenderci cura di noi stessi e degli altri ogni giorno.

L’anteprima del Roma YogaFestival sarà giovedì 10 settembre nel piazzale del museo MAXXI di Roma: una classe di SILENT YOGA, dove i partecipanti, grazie a cuffie wireless, saranno isolati dai rumori esterni e potranno seguire le indicazioni dell’insegnante. Un incontro coinvolgente che sarà guidato da Carlos Fiel, uno tra i più conosciuti insegnanti di Yoga a livello europeo.

Yoga Festival Roma 2015

Appuntamento Yoga da non perdere anche a Milano, nella location del Parco Sempione nei weekend 12-13 e 19-20 Settembre. Un’insolita collaborazione con la rassegna di cinema indipendente Milano Film Festival, in città dal 10 al 20 settembre, che vuole creare un punto di incontro tra i due mondi. In programma a Milano lezioni di Yoga aperte a tutti e sconti sull’acquisto dell’ abbonamento cinematografico. Gli eventi Yoga si terranno nel prato verde a fianco dello spazio Cinema.

Tutto questo in previsione del grande evento che si terrà dal 6 all’8 novembre 2015 al Superstudio Più di Milano, per celebrare i 10 anni di YogaFestival, nato nel 2005 grazie all’iniziativa di Giulia Borioli, giornalista e creatrice di eventi, e Umberto Angelini, direttore di Uovo, festival di Arti Performative. Si preannuncia una grande edizione con protagonisti internazionali, incentrata sul tema universale di Amore/Love. Da non perdere!

YogaFestival a Milano 2015

Vsb:t

Share:

Altri Articoli

Il porro, versatile ortaggio autunnale

 il porroIl porro è una pianta di antichissima origine, la Francia ne è oggi la miglior produttrice. Appartenente alla stessa famiglia della cipolla, le liliacee, concentra la sua parte edibile nella parte bianca del fusto. Indicato nei casi di stitichezza, obesità, anemia e artrite. Utile nella regolazione del colesterolo.

Zucca: una regina dell’autunno

ZuccaA Cristoforo Colombo dobbiamo la scoperta non solo degli arcinoti patata e pomodoro, ma anche dell’umile e utilissima zucca, coltivata in Messico e in tutta l’area dell’America centrale fin dal 6.000 a.C.; appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee (insieme a cetrioli, cocomeri, meloni e zucchine) e ha un numero pressoché infinito di varietà, al punto che la classificazione completa è praticamente impossibile; ma tutte le Cucurbitacee, dal punto di vista nutrizionale, sono caratterizzate dal fatto di possedere una grandissima percentuale di acqua, mediamente del 95%.

Le Castagne, frutti d’autunno

Castgna E’ il più noto dei frutti amidacei o farinosi. E’ frutto del castagno , albero della famiglia delle Fagacee, specie Castanea sativa che vive nell’Europa mediterranea. Ne esistono numerose qualità di cui la più nota è il marrone , di dimensioni più grandi e qualità più pregiata. I marroni possono raggiungere anche 50 grammi e sono a forma di cuore, a base triangolare, scorza brunorossiccia, polpa dolce e carnosa.

Nella dieta d’estate la preziosa anguria

Estate: Anguria nella dieta L’anguria, conosciuta anche come cocomero o dialettalmente cocomera, è scientificamente il frutto di una pianta della famiglia delle cucurbitacee originaria delle regioni tropicali dell’Africa, precisamente del deserto del Kalahari (lì si dice che venne scoperta dall’esploratore sir David Livingstone). Il frutto, dalla caratteristica polpa rossa (qualche specie però è gialla) punteggiata di piccoli semi neri (o bianchi o gialli) assolutamente commestibili, ha un elevatissimo contenuto d’acqua e di zuccheri semplici, vitamina A e vitamina C.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti se non vuoi perderti i prossimi articoli e le prossime offerte!

aDieta.it © 2018-2019 Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali.

Vendita online a cura di: Garam s.r.l. Via Serviliano Lattuada, 16 – 20135 Milano – Tel. 02 56568491 – Part. IVA 09995210961 – REA MI-2126817