Le unghie raccontano il nostro stato di salute

La travolgente moda della nail-art ha reso le unghie protagoniste: osserviamole con attenzione perchè alcune anomalie sono il segnale di malattie.

La travolgente moda della nail-art scoppiata negli ultimi anni ha reso la cura delle unghie protagonista della routine di bellezza di ogni donna. Smalti di ogni colore e finish, applicazioni divertenti o chic e kit per la manicure sono alla portata di tutte. Il primo passo, però, è imparare a osservare l’aspetto naturale delle nostre unghie per conoscere ed interpretare i segnali che ci mandano.

In condizioni di salute ottimali l’unghia è caratterizzata da una lamina bianca-rosata semitrasparente che cresce da 1 a 3 millimetri al mese. L’unghia pertanto si rinnova completamente all’incirca ogni 4 mesi grazie alla presenza di cellule che si trovano alla sua radice e che si riproducono continuamente.

A volte può capitare che le unghie presentino delle anomalie. Può trattarsi effetti dovuti a cause piuttosto semplici, come per esempio la presenza di un fungo facilmente curabile. Se i segnali vengono trascurati, però, si verificano casi in cui l’unghia non riesce a tornare allo stato naturale. Occorre quindi consultare un dermatologo che prescriva gli esami necessari per proporre cure adeguate.

Unghie belle e sane

Ecco un elenco di caratteristiche che possono tradire uno stato di salute non perfetto o manifestare addirittura patologie:

  • Se le unghie presentano piccole macchie bianche significa che ci sono bolle d’aria generate da traumi della matrice. Questa anomalia non indica alcuna patologia dello stato di salute.
  • Si è invece affetti da onicomicosi, cioè dall’infezione di un fungo, quando l’unghia è bianca e bruna
  • In presenza di unghie pallide è possibile che si soffra di anemia.
  • Unghie bianche con una striscia rosa possono segnalare la presenza di cirrosi epatica.
  • Unghie violacee rivelano insufficienza respiratoria o cardiaca.
  • Unghie di colore giallo-bruno indicano la presenza di un fungo che si contrae nelle docce e nelle piscine.
  • Unghie con strisce marroni, invece, possono significare la presenza di un neo, che va controllato per evitare rischi di melanoma.
  • Unghie ingiallite indicano spesso che il soggetto è un fumatore, in quanto è la nicotina a colorare di giallo le lamine. 
  • Esiste anche la cosiddetta “sindrome delle unghie gialle” dovuta a una malattia respiratoria, sebbene molto rara.
  • Unghie bucherellate sono sinonimo di psoriasi.
  • Unghie fragili possono indicare carenza di amminoacidi, minerali e vitamine.
  • Unghie sottili possono dipendere dal lichen planus, una malattia delle pelle tipica dell’epatite C.
  • Se le unghie tendono a distaccarsi, ciò può essere dovuto all’uso di prodotti irritanti, ma se si distaccano più lamine è possibile che vi siano malattie quali polmonite, intossicazione da farmaci o disturbi della tiroide. 
  • Problemi alla tiroide possono comportare anche le cosiddette unghie “a cucchiaio”, eventualmente causate anche una carenza di ferro (anemia).
  • Diabete, problemi circolatori e febbre possono generare unghie con righe trasversali, mentre unghie con righe longitudinali segnalano l’invecchiamento della matrice.
  • Le unghie ad artiglio, invece, indicano deviazioni ossee delle dita dei piedi.
  • Infine, le cosiddette unghie “a vetrino d’orologio”, che tendono a ricoprire la punta dei polpastrelli, segnalano malattie respiratorie, del fegato e dell’intestino e si riscontrano soprattutto nei fumatori e negli alcolisti.

Vsb:t

Share:

Altri Articoli

infuso di betulla

La betulla: un’ arma contro la cellulite

La betulla agevola la diuresi e aiuta a combattere la ritenzione idrica, agisce come disinfettante delle vie urinarie e stimola il metabolismo. Le modalità di assunzione più frequenti sono l’infuso, la spremuta e l’estratto.

fusilli ricotta e spinaci

Fusilli spinaci e ricotta

Fusilli spinaci e ricotta è una ricetta light, per un primo piatto semplice e facilmente adattabile alle diete ipocaloriche.

cosa bere d'estate

Estate che caldo! Cosa bere?

Cosa bere d'estate Uno degli errori più comuni che commettiamo in estate è quello di non bere a sufficienza. E il prezzo da pagare può essere salato.
Tutte le cellule sono costituite da acqua così come il sangue, la linfa, le secrezioni e le escrezioni.
Le entrate e le uscite di acqua devono andare in pareggio ogni giorno.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti se non vuoi perderti i prossimi articoli e le prossime offerte!

aDieta.it © 2018-2021 Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali.

Responsabile del blog: Stefano Venuti, partita IVA: 02765120189

Vendita online a cura di: Garam s.r.l. Via Serviliano Lattuada, 16 – 20135 Milano – Tel. 02 56568491 – Part. IVA 09995210961 – REA MI-2126817