Olio d’oliva per combattere l’ipertensione

Una dieta ricca di olio, nei pazienti ipertesi, permette di ridurre l’utilizzo di farmaci che mantengono sotto controllo la pressione arteriosa. La notizia arriva da un gruppo di ricercatori italiani dell’Università di Napoli. Secondo i risultati dello studio, introdurre con l’alimentazione abbondanti quantità di acidi grassi mono-insaturi (come l’olio d’oliva) aiuta a ridurre la pressione arteriosa, e quindi l’uso dei farmaci anti-ipertensione. In particolare, nei pazienti oggetto della ricerca, l’uso dell’atenololo è passato da 450 mg/die a 275 mg/die, l’uso della nifedipina da 420 mg/die è passato a 220 mg/die, mentre quello del lisinopril è passato da 120 mg/die a 70 mg/die. Inoltre, in otto pazienti è stato persino possibile sospendere completamente il trattamento farmacologico.

Vsb:t

Share:

Altri Articoli

Fagiolini, sapore d’estate nella dieta

fagiolinoTipico alimento estivo, disponibile dalla primavera fino all’autunno, il fagiolino è un legume della famiglia delle Papilionacee, generalmente di colore verde. Si mangia intero, anche in questo caso previa cottura.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti se non vuoi perderti i prossimi articoli e le prossime offerte!

aDieta.it © 2018-2019 Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali.

Responsabile del blog: Stefano Venuti, partita IVA: 02765120189

Vendita online a cura di: Garam s.r.l. Via Serviliano Lattuada, 16 – 20135 Milano – Tel. 02 56568491 – Part. IVA 09995210961 – REA MI-2126817