Gennaio 2016 senza alcol: in Gran Bretagna è il Dry January

Un mese intero senza alcolici, per sensibilizzare sul problema dell'alcolismo in Inghilterra e nel Galles. E' questa la sfida del Dry January

Un mese intero senza alcolici, per sensibilizzare sul problema dell’alcolismo in Inghilterra e nel Galles. E’ questa la sfida del Dry January (letteramente “Gennaio a secco”) lanciata da un’associazione di beneficienza di Londra, Alcohol Concern, per promuovere la sobrietà e mettere in guardia dall’abuso di alcol. Chi si iscrive – qui il sito ufficiale – si impegna a non toccare una goccia di alcol per tutti i 31 giorni del mese di gennaio.

L’inziativa era già stata proposta all’inizio dello scorso anno, con risultati soddisfacenti: ben 2 milioni di partecipanti. Per questo motivo, gli organizzatori hanno alzato la posta in palio per il 2016, ponendosi un obiettivo ancora più ambizioso. Durante il Dry January, infatti, i partecipanti non solo sono invitati ad astenersi dal consumo di alcol, ma sono anche coinvolti in campagne di raccolta fondi e donazioni. Il denaro raccolto verrà destinato ad iniziative per promuovere i rischi legati al consumo di alcol, un tema sensibile soprattutto tra i giovani e i giovanissimi.

I dati raccolti dalla precedente iniziativa dimostrano che, come più volte affermato da studi specialistici, un mese senza alcol si traduce in un notevole vantaggio in termini economici e di salute. Tra gli effetti positivi dichiarati dai partecipanti: perdita di peso, migliore qualità del sonno, più energia, nessun postumo da sbornia e, non da ultimo, portafogli più pieno.

Vantaggi di non bere alcol

Bere alcolici è pericoloso per la nostra linea e per la salute. Come noto l’organo più danneggiato è il fegato, seguito da stomaco e intestino. L’accumulo nell’organismo, inoltre, compromette il sistema nervoso periferico, il cuore e il pancreas.

In Italia l’abuso di alcol rimane un serio problema. I dati raccolti dall’Osservatorio nazionale alcol dell’Istituto Superiore di Sanità tuttavia sono incoraggianti: sale il numero degli astemi e scende quello del consumo di alcolici, rispetto al biennio 2012-2013.

Perchè non approfittare anche noi dell’iniziativa inglese Dry January per riflettere sull’argomento e, se necessario, rivedere le nostre abitudini?

Vsb:t

Share:

Altri Articoli

infuso di betulla

La betulla: un’ arma contro la cellulite

La betulla agevola la diuresi e aiuta a combattere la ritenzione idrica, agisce come disinfettante delle vie urinarie e stimola il metabolismo. Le modalità di assunzione più frequenti sono l’infuso, la spremuta e l’estratto.

fusilli ricotta e spinaci

Fusilli spinaci e ricotta

Fusilli spinaci e ricotta è una ricetta light, per un primo piatto semplice e facilmente adattabile alle diete ipocaloriche.

cosa bere d'estate

Estate che caldo! Cosa bere?

Cosa bere d'estate Uno degli errori più comuni che commettiamo in estate è quello di non bere a sufficienza. E il prezzo da pagare può essere salato.
Tutte le cellule sono costituite da acqua così come il sangue, la linfa, le secrezioni e le escrezioni.
Le entrate e le uscite di acqua devono andare in pareggio ogni giorno.

frutta e colori

L’estate e i colori della frutta: la tavolozza della salute

Da qualche anno si sta diffondendo una nuova disciplina che tende ad assegnare ai colori dei vegetali proprietà preventive e anche curative particolari. A cavallo fra scienza ufficiale e cromoterapia, in attesa che ulteriori sperimentazioni comprovino con maggior precisione la scientificità della teoria (che comunque è già sfruttata pubblicitariamente da alcuni produttori di succhi di frutta e di minestre pronte), cerchiamo di capire qualcosa di più.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti se non vuoi perderti i prossimi articoli e le prossime offerte!

aDieta.it © 2018-2019 Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali.

Responsabile del blog: Stefano Venuti, partita IVA: 02765120189

Vendita online a cura di: Garam s.r.l. Via Serviliano Lattuada, 16 – 20135 Milano – Tel. 02 56568491 – Part. IVA 09995210961 – REA MI-2126817