Abbronzatura e raggi UV, perché è importante proteggerci

Cosa sono esattamente raggi ultravioletti, raggi UV-A, raggi UV-B e raggi infrarossi? E perché dobbiamo proteggerci dalla loro azione?

Quando si parla di esposizione al sole e abbronzatura, tutti sanno che è indispensabile utilizzare i giusti prodotti per difenderci dai raggi solari dannosi alla nostra pelle. Non sempre però si hanno le idee chiare sull’argomento… Cosa sono esattamente raggi ultravioletti, raggi UV-A, raggi UV-B e raggi infrarossi? E perché dobbiamo proteggerci dalla loro azione?

Il Sole emette radiazioni che raggiungono la Terra. Le radiazioni che arrivano sul nostro pianeta si suddividono in

  • 30% di radiazioni solari visibili perché sotto forma di luce
  • 3% in raggi ultravioletti
  • 67% in raggi infrarossi

I raggi ultravioletti (o raggi UV, dove UV sta per ‘ultraviolet’, ovvero ‘ultravioletto’) sono arbitrariamente suddivisi in tre categorie: raggi UV-A, raggi UV-B e raggi UV-C. I raggi UV-C non sono in grado di penetrare l’atmosfera che circonda la Terra, mentre i raggi UV-A e UV-B riescono a infiltrarsi attraverso gli strati atmosferici e portano con sé le radiazioni che permettono alla nostra pelle di cambiare colore.

Protezione solare

Il cambiamento di colore è dovuto alla loro azione a livello del derma, dove i raggi UV-A e UV-B provocano una maggiore produzione di melanina, il pigmento bruno-nerastro presente, in forma di granuli, nel nostro organismo nell’epidermide, nei capelli, nei peli e nell’iride dell’occhio. In pratica, il colore della pelle dell’uomo è dovuto proprio alla melanina: più alto è il suo valore e più la pelle è scura. Di contro la mancanza congenita di melanina determina il fenomeno dell’albinismo, in cui la pigmentazione di pelle, capelli, peli e iridi risulta chiarissima.

L’esposizione ai raggi UV, quindi, provoca una maggiore produzione di melanina e la conseguente abbronzatura.

Vediamo nello specifico cosa succede quando la nostra pelle è colpita dai diversi raggi solari.

  • I raggi UV-A giungono fino al derma, lo strato profondo e più compatto collocato sotto l’epidermide e costituito da tessuto connettivo, causando il deterioramento di collagene, elastina e capillari. È a causa loro che avviene il fenomeno di invecchiamento della pelle dovuto all’esposizione solare, con conseguente riduzione dell’elasticità della pelle e comparsa di rughe.
  • I raggi UV-B sono meno invasivi dei raggi UV-A poiché svolgono la loro azione soltanto sulla superficie dell’epidermide, lo strato più superficiale della pelle. Tuttavia i raggi UV-B hanno la capacità di penetrare nel nucleo delle cellule epidermiche e , addirittura, alterare il DNA dando origine a formazioni tumorali quali neoplasie e melanomi.
  • I raggi infrarossi sono radiazioni elettromagnetiche e il loro effetto sull’organismo è la cosiddetta vasodilatazione cutanea: il calibro dei vasi sanguigni aumenta e dà luogo a varie patologie, sia cutanee (es, couperose) che vascolari.

Ecco perché è importante prendere le dovute precauzioni prima di esporsi al sole per ottenere la tanto desiderata tintarella.

Proteggere i bambini dai raggi solari

Le creme e gli oli solari vengono in nostro aiuto grazie ai due diversi tipi di filtri – fisici e chimici – che contengono.

I filtri fisici contengono sostanze che agiscono da “specchio”, riflettendo e disperdendo tutte le radiazioni contenute nei raggi solari, senza distinzioni. In genere, le creme con fattore di protezione più basso contengono solo filtri solari fisici, perciò è necessario spalmarsi la crema spesso e in dosi abbondanti, per avere una protezione ottimale.

I filtri chimici, invece, agiscono grazie alle molecole al loro interno, che invece di respingere i raggi assorbono l’energia delle radiazioni solari e la restituiscono in parte, sotto forma di calore. Ognuna di queste molecole assorbe una specifica lunghezza d’onda, quindi è attiva contro i raggi UV-A o UV-B). Per una copertura completa dell’intero spettro solare è bene scegliere una crema che associ più filtri chimici, garantendo un’azione combinata.

Filtri solari chimici e fisici

Vsb:t

Share:

Altri Articoli

Il porro, versatile ortaggio autunnale

 il porroIl porro è una pianta di antichissima origine, la Francia ne è oggi la miglior produttrice. Appartenente alla stessa famiglia della cipolla, le liliacee, concentra la sua parte edibile nella parte bianca del fusto. Indicato nei casi di stitichezza, obesità, anemia e artrite. Utile nella regolazione del colesterolo.

Zucca: una regina dell’autunno

ZuccaA Cristoforo Colombo dobbiamo la scoperta non solo degli arcinoti patata e pomodoro, ma anche dell’umile e utilissima zucca, coltivata in Messico e in tutta l’area dell’America centrale fin dal 6.000 a.C.; appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee (insieme a cetrioli, cocomeri, meloni e zucchine) e ha un numero pressoché infinito di varietà, al punto che la classificazione completa è praticamente impossibile; ma tutte le Cucurbitacee, dal punto di vista nutrizionale, sono caratterizzate dal fatto di possedere una grandissima percentuale di acqua, mediamente del 95%.

Le Castagne, frutti d’autunno

Castgna E’ il più noto dei frutti amidacei o farinosi. E’ frutto del castagno , albero della famiglia delle Fagacee, specie Castanea sativa che vive nell’Europa mediterranea. Ne esistono numerose qualità di cui la più nota è il marrone , di dimensioni più grandi e qualità più pregiata. I marroni possono raggiungere anche 50 grammi e sono a forma di cuore, a base triangolare, scorza brunorossiccia, polpa dolce e carnosa.

Nella dieta d’estate la preziosa anguria

Estate: Anguria nella dieta L’anguria, conosciuta anche come cocomero o dialettalmente cocomera, è scientificamente il frutto di una pianta della famiglia delle cucurbitacee originaria delle regioni tropicali dell’Africa, precisamente del deserto del Kalahari (lì si dice che venne scoperta dall’esploratore sir David Livingstone). Il frutto, dalla caratteristica polpa rossa (qualche specie però è gialla) punteggiata di piccoli semi neri (o bianchi o gialli) assolutamente commestibili, ha un elevatissimo contenuto d’acqua e di zuccheri semplici, vitamina A e vitamina C.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti se non vuoi perderti i prossimi articoli e le prossime offerte!

aDieta.it © 2018-2019 Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali.

Vendita online a cura di: Garam s.r.l. Via Serviliano Lattuada, 16 – 20135 Milano – Tel. 02 56568491 – Part. IVA 09995210961 – REA MI-2126817