Gravidanza e alimentazione

GravidanzaDurante la gravidanza è fondamentale seguire una dieta equilibrata.
È importante introdurre le calorie ed i principi nutritivi necessari per mantenersi in buona salute e per garantire la formazione di nuovi tessuti e di riserve energetiche che saranno utilizzate durante l'allattamento.
Ciò non significa che bisogna "mangiare per due" ma mangiare cibi di buona qualità ed in quantità bilanciata.

GravidanzaDurante la gravidanza è fondamentale seguire una dieta equilibrata.
È importante introdurre le calorie ed i principi nutritivi necessari per mantenersi in buona salute e per garantire la formazione di nuovi tessuti e di riserve energetiche che saranno utilizzate durante l’allattamento.
Ciò non significa che bisogna “mangiare per due” ma mangiare cibi di buona qualità ed in quantità bilanciata.

 

FABBISOGNI NUTRIZIONALI DURANTE LA GRAVIDANZA

(secondo i L.A.R.N: livelli di assunzione giornalieri raccomandati di energia e nutrienti 1996) Rispetto ai fabbisogni previsti per le varie fasce di età, la donna in gravidanza necessita di:

  • AUMENTO di kcal in base al peso che aveva all’inizio della gravidanza:
    IMC = BMI prima della gravidanza (kg/m2)< 18.5 (sottopeso)18.5-25(normopeso)>25(soprappeso)
    Aumento di peso auspicabile (kg)12.5 – 1811.5 – 167 – 11.5
    Supplementazione calorica dopo il primo mese di gravidanzaKcal 365
    (kj 1530)
    Kcal 300
    (kj 1260)
    Kcal 200
    (Kj 830)
    Supplementazione calorica dopo il primo mese di gravidanza se accompagnata da una diminuzione del livello di attività fisicaKcal 365
    (Kj 1530)
    Kcal 150
    (Kj 630)
    Kcal 100
    (Kj 420)
  • AUMENTO di 6 gr di proteine/al giorno rispetto alla dose giornaliera raccomandata per l’età
  • AUMENTO di 400 mg di calcio e di fosforo/al giorno
  • AUMENTO 200 mcg di acido folico/al giorno
  • AUMENTO di vitamine e sali minerali in genere
  • Il fabbisogno di ferro non aumenta se i valori ematici sono nella norma: sarà il medico a valutarne l’eventuale supplementazione farmacologica.

VITAMINE importanti in gravidanza:

VITAMINA B12 per la formazione di globuli rossi
ACIDO FOLICO per la formazione di globuli rossi e per la prevenzione dei difetti del tubo neurale (spina bifida)
VITAMINA B12 uova, fegato, carni, formaggi
ACIDO FOLICO lievito, verdure verdi, cereali integrali, fegato
VITAMINA A per la crescita fetale verdura e frutta di colore giallo-arancione e verde scuro, latte, burro, fegato, uova, carote, broccoli, spinaci
VITAMINA D per lo scheletro del feto e l’assorbimento del calcio uova, latte e derivati, sardine, olio di fegato di merluzzo, tonno, salmone
VITAMINA C per aumentare l’assorbimento del ferro pomodori, peperoni, insalate verdi, frutta (agrumi, fragole, kiwi, ribes)

MINERALI importanti in gravidanza:

CALCIO latte, formaggio, verdure, verdi, legumi
FOSFORO uova, latte, formaggio, cereali integrali, carni, pesci
FERRO carni, uova, legumi, cereali integrali, verdure verdi. Il ferro che viene assorbito meglio dall’organismo è quello contenuto nelle carni.
MAGNESIO cereali integrali, verdure verdi
ATTENZIONE ALLE FIBRE (alimenti integrali, crusca) rallentano l’assobimento di sali minerali e vitamine.

Consigli

  • Attente al peso
  • Consumo generoso di latte, come tale o aggiunto ad altri alimenti, per il suo contenuto di proteine ad alto valore biologico, di calcio, fosforo, magnesio, Vit. A e Vit. D. Se il latte non dovesse essere ben tollerato è possibile consumare lo yogurt in quanto presenta lo stesso valore nutrizionale del latte da cui deriva eccetto che per l’assenza di lattosio.
  • Evitare il consumo di grassi animali (burro, lardo…): preferire olio extravergine d’oliva o di semi di soia o di mais.
  • Evitare il consumo di carboidrati semplici (zucchero, dolci, gelati….); preferire gli zuccheri complessi quali pasta, pane, patate, legumi…
  • Se ben tollerati consumare gli alimenti integrali che oltre a dare un maggior senso di sazietà, facilitano le funzioni intestinali (prevenendo quindi la stipsi), migliorano l’equilibrio glicemico, rallentano l’assorbimento di colesterolo e ne aumentano l’eliminazione.
  • Consumo giornaliero di carne o pesce o uova o formaggi

CARNI

La carni apportano proteine nobili, ferro e vitamine.
Tra le carni preferire quelle magre tipo vitello, vitellone, manzo magro, pollo, tacchino, coniglio, cavallo, maiale magro, cucinate alla griglia o al forno o tipo scaloppine o in umido.
Tra i salumi preferire quelli più magri tipo prosciutto crudo magro e bresaola.

N.B. SE NON IMMUNI ALLA TOXOPLASMOSI : È VIETATO CONSUMARE CARNI CRUDE COMPRESI ANCHE I SALUMI CRUDI (ES. PROSCIUTTO CRUDO). INOLTRE È INDISPENSABILE LAVARE ACCURATAMENTE FRUTTA E VERDURA.

PESCI

Preferire i pesci magri tipo sogliola, merluzzo, nasello, trota, palombo, dentice, orata, cucinati alla griglia o al cartoccio o in umido o al vapore.
Evitare i pesci conservati sott’olio o in salamoia (es. tonno).
Limitare il consumo di molluschi o crostacei in quanto ricchi di colesterolo e di sodio.

I pesci oltre ad essere ricchi di proteine nobili, sono importanti in quanto apportano fosforo, iodio ed acidi grassi poliinsaturi (fabbisogno massimo: ultimo trimestre di gravidanza) di cui le strutture nervose, visive e corticali del bambino abbisognano.

UOVA

Le uova dovrebbero essere cucinate alla coque o in camicia o in frittata cotta al forno o in padelle antiaderenti (quindi senza condimenti).
Concesse non più di 2 uova alla settimana.
Le uova sono ricche di proteine nobili, vitamine (A, B1, B2) e di sali minerali (ferro, potassio, zolfo, magnesio).

FORMAGGI

Preferire i formaggi freschi tipo mozzarella, ricotta vaccina magra, crescenza.
Il formaggio è indispensabile in quanto oltre ad essere ricco di proteine nobili fornisce il calcio necessario all’organismo.
N.B. È anche ricco di grassi (non bisogna quindi abusarne) e di sale (da evitare in caso di ipertensione).

Regole importanti

  • Consumo giornaliero di verdura cruda o cotta e di frutta di stagione, fresca o cotta o frullata

    Tali alimenti apportano vitamine, sali minerali e fibre.

  • Vietato il fumo di sigaretta
  • Durante la gravidanza si verifica un aumentato assorbimento a livello del colon sia dell’acqua che del sodio.
  • Si consiglia di limitare il consumo di sale da cucina per evitare l’eventuale ritenzione idrica.
  • Per insaporire le pietanze è possibile utilizzare spezie, aromi, pomodori pelati, aceto, succo di limone.
  • Consultare il medico prima di assumere sali iposodici o dadi vegetali a ridotto contenuto di sodio.
  • Se si dovesse presentare nausea: colazione a letto con alimenti secchi, non bere molto, specialmente a digiuno, mangiare poco e frequentemente.
  • Le cosiddette voglie non sono espressione di carenze.
  • Vietato tè e caffè
  • Ricorda che la caffeina è contenuta anche nelle bevande a base di cola (coca-cola)
  • Vietato il consumo di alcool (vino, birra, superalcolici….)

 

VITAMINE importanti in gravidanza:

VITAMINA B12 per la formazione di globuli rossi

ACIDO FOLICO per la formazione di globuli rossi e per la prevenzione dei difetti del tubo neurale (spina bifida)

VITAMINA B12 frecciauova, fegato, carni, formaggi

ACIDO FOLICO freccialievito, verdure verdi, cereali integrali, fegato

VITAMINA A per la crescita fetale frecciaverdura e frutta di colore giallo-arancione e verde scuro, latte, burro, fegato, uova, carote, broccoli, spinaci

VITAMINA D per lo scheletro del feto e l’assorbimento del calcio frecciauova, latte e derivati, sardine, olio di fegato di merluzzo, tonno, salmone

VITAMINA C per aumentare l’assorbimento del ferro frecciapomodori, peperoni, insalate verdi, frutta (agrumi, fragole, kiwi, ribes)

MINERALI importanti in gravidanza:

CALCIO freccialatte, formaggio, verdure, verdi, legumi

FOSFORO frecciauova, latte, formaggio, cereali integrali, carni, pesci

FERRO frecciacarni, uova, legumi, cereali integrali, verdure verdi. Il ferro che viene assorbito meglio dall’organismo è quello contenuto nelle carni.

MAGNESIO frecciacereali integrali, verdure verdi

ATTENZIONE ALLE FIBRE (alimenti integrali, crusca) frecciarallentano l’assobimento di sali minerali e vitamine

frecciaConsumo generoso di latte, come tale o aggiunto ad altri alimenti, per il suo contenuto di proteine ad alto valore biologico, di calcio, fosforo, magnesio, Vit. A e Vit. D.
Se il latte non dovesse essere ben tollerato è possibile consumare lo yogurt in quanto presenta lo stesso valore nutrizionale del latte da cui deriva eccetto che per l’assenza di lattosio.
latte

frecciaEvitare il consumo di grassi animali (burro, lardo…): preferire olio extravergine d’oliva o di semi di soia o di mais.olio
frecciaEvitare il consumo di carboidrati semplici (zucchero, dolci, gelati….); preferire gli zuccheri complessi quali pasta, pane, patate, legumi…..
Se ben tollerati consumare gli alimenti integrali che oltre a dare un maggior senso di sazietà, facilitano le funzioni intestinali (prevenendo quindi la stipsi), migliorano l’equilibrio glicemico, rallentano l’assorbimento di colesterolo e ne aumentano l’eliminazione.
pane

frecciaConsumo giornaliero di carne o pesce o uova o formaggi

CARNI

La carni apportano proteine nobili, ferro e vitamine.
Tra le carni preferire quelle magre tipo vitello, vitellone, manzo magro, pollo, tacchino, coniglio, cavallo, maiale magro, cucinate alla griglia o al forno o tipo scaloppine o in umido.
Tra i salumi preferire quelli più magri tipo prosciutto crudo magro e bresaola.

N.B. SE NON IMMUNI ALLA TOXOPLASMOSI: È VIETATO CONSUMARE CARNI CRUDE COMPRESI ANCHE I SALUMI CRUDI (ES. PROSCIUTTO CRUDO). INOLTRE È INDISPENSABILE LAVARE ACCURATAMENTE FRUTTA E VERDURA.

PESCI

Preferire i pesci magri tipo sogliola, merluzzo, nasello, trota, palombo, dentice, orata, cucinati alla griglia o al cartoccio o in umido o al vapore.
Evitare i pesci conservati sott’olio o in salamoia (es. tonno).
Limitare il consumo di molluschi o crostacei in quanto ricchi di colesterolo e di sodio.

I pesci oltre ad essere ricchi di proteine nobili, sono importanti in quanto apportano fosforo, iodio ed acidi grassi poliinsaturi (fabbisogno massimo: ultimo trimestre di gravidanza) di cui le strutture nervose, visive e corticali del bambino abbisognano.

UOVA

Le uova dovrebbero essere cucinate alla coque o in camicia o in frittata cotta al forno o in padelle antiaderenti (quindi senza condimenti).
Concesse non più di 2 uova alla settimana.
Le uova sono ricche di proteine nobili, vitamine (A, B1, B2) e di sali minerali (ferro, potassio, zolfo, magnesio).

FORMAGGI

Preferire i formaggi freschi tipo mozzarella, ricotta vaccina magra, crescenza.
Il formaggio è indispensabile in quanto oltre ad essere ricco di proteine nobili fornisce il calcio necessario all’organismo.
N.B. È anche ricco di grassi (non bisogna quindi abusarne) e di sale (da evitare in caso di ipertensione).

frecciaConsumo giornaliero di verdura cruda o cotta e di frutta di stagione, fresca o cotta o frullata.
Tali alimenti apportano vitamine, sali minerali e fibre.

frecciaVietato il fumo di sigaretta

frecciaDurante la gravidanza si verifica un aumentato assorbimento a livello del colon sia dell’acqua che del sodio.
Si consiglia di limitare il consumo di sale da cucina per evitare l’eventuale ritenzione idrica.
Per insaporire le pietanze è possibile utilizzare spezie, aromi, pomodori pelati, aceto, succo di limone.
Consultare il medico prima di assumere sali iposodici o dadi vegetali a ridotto contenuto di sodio.

frecciaFrazionare la dieta in 4-5 piccoli pasti

frecciaSe si dovesse presentare nausea: colazione a letto con alimenti secchi, non bere molto, specialmente a digiuno, mangiare poco e frequentemente.

frecciaLe cosiddette voglie non sono espressione di carenze. Una “voglia” non soddisfatta non ha alcuna conseguenza né per la gestante né per il nascituro

frecciaAssumere tè e caffè con moderazione per evitare effetti sulla reattività nervosa del feto.
Ricorda che la caffeina è contenuta anche nelle bevande a base di cola (coca-cola)

frecciaVietato il consumo di alcool (vino, birra, superalcolici….)

DIABETE E GRAVIDANZA

frecciaAttente al peso
frecciaI fabbisogni nutrizionali di una gestante diabetica non differiscono da quelli di una donna non diabetica.
Tuttavia in presenza di diabete è indispensabile eliminare gli zuccheri semplici (zucchero, marmellata, miele, dolciumi, bevande zuccherate ecc.) in quanto producono un innalzamento della glicemia.
Tra i frutti devono essere eliminati banane, uva, cachi, fichi, frutta secca e sciroppata.
frecciaAumentare l’assunzione di fibra alimentare in grado di modulare la glicemia basale e post-prandiale (dopo il pasto).
frecciaLa dieta da seguire dovrebbe essere personalizzata in base alle abitudini del soggetto, all’attività (lavoro e sport) ed all’eventuale terapia in corso (insulina o anti-diabetici orali).
 
frecciaLe calorie giornaliere dovrebbero essere suddivise nei tre pasti principali (colazione, pranzo, cena) più 1 o 2 spuntini in base alle varie esigenze.
 
frecciaOgni pasto deve contenere una dose adeguata di carboidrati in modo da non fare un pasto iperglucidico ed uno ipoglucidico.
frecciaIn caso di sovrappeso è utile una dieta ipocalorica che potrebbe controllare la glicemia, ridurre eventualmente la terapia insulinica e migliorare la trigliceridemia.
È tuttavia opportuno non seguire mai diete eccessivamente ristrette in calorie (sotto le 1200 kcal).

Vsb:t

Share:

Altri Articoli

Il porro, versatile ortaggio autunnale

il porroIl porro è una pianta di antichissima origine, la Francia ne è oggi la miglior produttrice. Appartenente alla stessa famiglia della cipolla, le liliacee, concentra la sua parte edibile nella parte bianca del fusto. Indicato nei casi di stitichezza, obesità, anemia e artrite. Utile nella regolazione del colesterolo.

Zucca: una regina dell’autunno

ZuccaA Cristoforo Colombo dobbiamo la scoperta non solo degli arcinoti patata e pomodoro, ma anche dell’umile e utilissima zucca, coltivata in Messico e in tutta l’area dell’America centrale fin dal 6.000 a.C.; appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee (insieme a cetrioli, cocomeri, meloni e zucchine) e ha un numero pressoché infinito di varietà, al punto che la classificazione completa è praticamente impossibile; ma tutte le Cucurbitacee, dal punto di vista nutrizionale, sono caratterizzate dal fatto di possedere una grandissima percentuale di acqua, mediamente del 95%.

Le Castagne, frutti d’autunno

Castgna E’ il più noto dei frutti amidacei o farinosi. E’ frutto del castagno , albero della famiglia delle Fagacee, specie Castanea sativa che vive nell’Europa mediterranea. Ne esistono numerose qualità di cui la più nota è il marrone , di dimensioni più grandi e qualità più pregiata. I marroni possono raggiungere anche 50 grammi e sono a forma di cuore, a base triangolare, scorza brunorossiccia, polpa dolce e carnosa.

Nella dieta d’estate la preziosa anguria

Estate: Anguria nella dietaL’anguria, conosciuta anche come cocomero o dialettalmente cocomera, è scientificamente il frutto di una pianta della famiglia delle cucurbitacee originaria delle regioni tropicali dell’Africa, precisamente del deserto del Kalahari (lì si dice che venne scoperta dall’esploratore sir David Livingstone). Il frutto, dalla caratteristica polpa rossa (qualche specie però è gialla) punteggiata di piccoli semi neri (o bianchi o gialli) assolutamente commestibili, ha un elevatissimo contenuto d’acqua e di zuccheri semplici, vitamina A e vitamina C.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti se non vuoi perderti i prossimi articoli e le prossime offerte!

aDieta.it © 2018-2019 Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali.

Vendita online a cura di: Garam s.r.l. Via Serviliano Lattuada, 16 – 20135 Milano – Tel. 02 56568491 – Part. IVA 09995210961 – REA MI-2126817

'}]}