Dall’Oriente un gusto nuovo nella dieta: lo zenzero

ZenzeroLo zenzero è una pianta originaria dell'Estremo Oriente ma la cui coltivazione si è ormai estesa ad altre parti del globo anche in forma domestica, necessitando per la sua crescita di un clima tropicale o subtropicale facilmente ottenibile anche artificialmente, in vaso.

ZenzeroLo zenzero è una pianta originaria dell’Estremo Oriente ma la cui coltivazione si è ormai estesa ad altre parti del globo anche in forma domestica, necessitando per la sua crescita di un clima tropicale o subtropicale facilmente ottenibile anche artificialmente, in vaso. India e Cina sono comunque i maggiori produttori mondiali di questa spezia e da lì provengono i rizomi, la parte radicale carnosa della pianta destinata all’alimentazione umana, apprezzata per il suo gusto piccante e fresco allo stesso tempo, che ricorda vagamente quello del limone. La denominazione con cui lo zenzero è universalmente noto è quella inglese di “ginger”, vocabolo che spesso viene utilizzato per definire persone o cose frizzanti e imprevedibili, proprio come il sapore di questo ingrediente di cibi e bevande rivitalizzanti.

Ricco di salutari principi attivi

Il rizoma dello zenzero contiene tutti i principi attivi, soprattutto olii essenziali e resine, che sviluppano la loro massima efficacia nel prodotto fresco ma si mantiene ottimo al gusto anche nella forma essiccata o polverizzata. Dal rizoma di zenzero essiccato si possono ricavare anche dei piccoli bastoncini da utilizzare come spiedini aromatici per infilzarvi carni, pesce e verdure. Zenzero canditoNella cucina giapponese, lo zenzero è di norma servito caramellato con il sashimi, in tutta l’Indocina è ingrediente di molte zuppe e salse e in tutto il mondo anglosassone è fondamentale per la preparazione di una bevanda analcolica, il ginger ale, usata come aperitivo o come base per molti cocktails, che si può produrre sia industrialmente sia artigianalmente, con risultati di gusto nettamente a favore della seconda ipotesi. Lo zenzero possiede diverse proprietà: stimola la digestione e la circolazione periferica, è un antinfiammatorio e un antiossidante ed è fantastico per i postumi mattinieri di chi la sera prima ha alzato un po’ il gomito, come sostiene Archie Goodwin, assistente del famoso investigatore privato Nero Wolfe.

Tante proprietà, poche controindicazioni

Può inoltre diminuire il dolore causato dall’artrite, avere proprietà anticoagulanti e regolare il colesterolo. Alcune di queste proprietà lo fanno considerare da alcune farmacopee, soprattutto orientali, un vero e proprio medicinale: ma la Food And Drugs Administration statunitense si limita prudentemente a definirla come una “sostanza genericamente considerata salubre”. In Italia è merceologicamente considerato una spezia e nella grande distribuzione lo troviamo secco e in polvere, in boccetto o dispenser e fresco nei banchi refrigerati di frutta e verdura. Il suo consumo è sconsigliato soltanto a chi soffre di calcoli biliari, perché lo zenzero stimola il rilascio di bile dalla cistifellea. Come tutte le spezie, però, se ne raccomanda un uso moderato.

Lo zenzero in cucina

Zenzero sushiLo zenzero non fa parte della nostra cultura alimentare e quindi le ricette tradizionali non ne prevedono l’utilizzo. Ma con un po’ di fantasia, grazie alle sue caratteristiche organolettiche, potremo rinnovare alcuni piatti quotidiani o inventarne di nuovi che, in virtù delle sue proprietà salutari, potrebbero entrare a pieno titolo nella nostra dieta. Il profumo di zenzero si sposa benissimo con il pesce bollito o arrosto: basta aggiungerne qualche pezzettino durante la cottura. Anche la carne di pollo alla griglia ne trae giovamento, come pure quella di maiale. Può anche sostituire l’aglio nei battuti di base per la preparazione di ripieni di verdure (biete, spinaci, patate) per ravioli o cannelloni, oppure essere utilizzato come ingrediente di ricche insalate oppure ancora divenire un ottimo digestivo se candito  e consumato a fine pasto come dolce sfizioso.

Vsb:t

Share:

Altri Articoli

Il porro, versatile ortaggio autunnale

 il porroIl porro è una pianta di antichissima origine, la Francia ne è oggi la miglior produttrice. Appartenente alla stessa famiglia della cipolla, le liliacee, concentra la sua parte edibile nella parte bianca del fusto. Indicato nei casi di stitichezza, obesità, anemia e artrite. Utile nella regolazione del colesterolo.

Zucca: una regina dell’autunno

ZuccaA Cristoforo Colombo dobbiamo la scoperta non solo degli arcinoti patata e pomodoro, ma anche dell’umile e utilissima zucca, coltivata in Messico e in tutta l’area dell’America centrale fin dal 6.000 a.C.; appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee (insieme a cetrioli, cocomeri, meloni e zucchine) e ha un numero pressoché infinito di varietà, al punto che la classificazione completa è praticamente impossibile; ma tutte le Cucurbitacee, dal punto di vista nutrizionale, sono caratterizzate dal fatto di possedere una grandissima percentuale di acqua, mediamente del 95%.

Le Castagne, frutti d’autunno

Castgna E’ il più noto dei frutti amidacei o farinosi. E’ frutto del castagno , albero della famiglia delle Fagacee, specie Castanea sativa che vive nell’Europa mediterranea. Ne esistono numerose qualità di cui la più nota è il marrone , di dimensioni più grandi e qualità più pregiata. I marroni possono raggiungere anche 50 grammi e sono a forma di cuore, a base triangolare, scorza brunorossiccia, polpa dolce e carnosa.

Nella dieta d’estate la preziosa anguria

Estate: Anguria nella dieta L’anguria, conosciuta anche come cocomero o dialettalmente cocomera, è scientificamente il frutto di una pianta della famiglia delle cucurbitacee originaria delle regioni tropicali dell’Africa, precisamente del deserto del Kalahari (lì si dice che venne scoperta dall’esploratore sir David Livingstone). Il frutto, dalla caratteristica polpa rossa (qualche specie però è gialla) punteggiata di piccoli semi neri (o bianchi o gialli) assolutamente commestibili, ha un elevatissimo contenuto d’acqua e di zuccheri semplici, vitamina A e vitamina C.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti se non vuoi perderti i prossimi articoli e le prossime offerte!

aDieta.it © 2018-2019 Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali.

Vendita online a cura di: Garam s.r.l. Via Serviliano Lattuada, 16 – 20135 Milano – Tel. 02 56568491 – Part. IVA 09995210961 – REA MI-2126817