Lunedì 14 novembre: Giornata Mondiale del Diabete

Giornata mondiale del diabeteQuesta giornata è la principale campagna mondiale per la prevenzione e la diffusione delle informazioni sul diabete. Saranno allestiti, in più di 450 piazze, presidi diabetologici con medici, infermieri e volontari con distribuzione di materiale informativo e verifiche attraverso screening della glicemia.

Dieta e diabeteIstituita nel 1991 dalla International Diabetes Federation (IDF) e dalla World Health Organization (OMS), questa giornata è la principale campagna mondiale per la prevenzione e la diffusione delle informazioni sulla malattia.

In occasione della Giornata mondiale del diabete, il Consorzio diabete Italia (nato dalla collaborazione dell’Amd, Associazione medici diabetologici e della SID, Società italiana di diabetologia) organizza, il 12 e 13 novembre 2011, la campagna di comunicazione “Giornate del diabete“, nelle piazze di diverse città italiane al fine di sensibilizzare la popolazione sul problema del diabete nel modo più capillare possibile. Saranno allestiti, in più di 450 piazze, presidi diabetologici con medici, infermieri e volontari con distribuzione di materiale informativo e verifiche attraverso screening della glicemia (fonte Ministero della Salute: notizia 27 ottobre 2011).
Cerca gli eventi che si svolgeranno nella tua provincia sul sito www.giornatamondialedeldiabete.it

Testimonial della giornata mondiale del diabete sarà Antonio Rossi, canoista, campione olimpico e mondiale nel Kayak e lo slogan di quest’anno sarà: Batti sul tempo il diabete!

Come fare? La maggior parte dei casi di diabete di tipo 2 può essere prevenuta attraverso un corretto stile di vita: alimentazione equilibrata + attività fisica regolare.
Gli esperti ci dicono che l’intervento dietetico riduce il rischio di diabete mellito di tipo 2 del 33% nella popolazione a rischio. L’intervento combinato sullo stile di vita (dieta + attività fisica) è ancora più efficace inducendo una riduzione di circa il 50% nella popolazione a rischio.
Seguire un’ alimentazione equilibrata è semplice, basta introdurre pochi grassi, soprattutto quelli saturi (limitando il consumo di formaggi, salumi, carni grasse, condimenti animali), e aumentare il consumo di fibra mangiando regolarmente frutta e verdura.Dieta e diabete
Attento al peso: se sei in sovrappeso, cerca di ridurre il peso del 5-7% (cioè se il tuo BMI è maggiore di 25 ed il tuo peso è ad esempio 90 kg, perdi almeno tra 4,5 e 6,3 kg) senza ridurre “troppo” le kcal che ti servono nella giornata: consulta il tuo medico e un dietista!

Gli esperti ci dicono, inoltre, che nei soggetti con IGT (“impaired glucose tolerance” cioè con un’alterata tolleranza al glucosio) una modifica dello stile di vita che includa un’attività fisica aerobica di moderata intensità e della durata di almeno 20-30 minuti al giorno o 150 minuti/settimana riduce di circa il 60% l’incidenza del diabete mellito tipo 2. (Documento AMD-SID 2011 LA PREVENZIONE DEL DIABETE MELLITO TIPO 2 DALLE EVIDENZE ALLE STRATEGIE DI IMPLEMENTAZIONE)
Collegati al sito http://www.diabeteitalia.it/DiabeteRischio.aspx e calcola il tuo rischio di sviluppare in futuro il diabete di tipo 2 e… il 12 e 13 Novembre “tutti in piazza”!

I nostri consigli per prevenire il diabete

Distribuisci le calorie giornaliere in 3 pasti principali (colazione, pranzo, cena) più eventualmente 2 spuntini.
Introduci ogni giorno frutta e verdura e inserisci i carboidrati (meglio se integrali) ad ogni pasto (pasta, pane….).
Attività fisica ogni giorno, 30 minuti al giorno (passeggiate, nuoto, ballo, bicicletta, giardinaggio, etc.) e Alimentazione equilibrata: no alle diete “fai da te” e/o eccessivamente rigide! Compila un diario alimentare giornaliero: ti aiuterà ad autocontrollarti!
BMI (Body Mass Index) “sotto controllo”: se sei in sovrappeso… perdi qualche kilo!
Equilibrio nei secondi piatti (rispetta le giuste frequenze: Pesce 3-4 volte alla settimana, carne 3-4 volte alla settimana, uova una volta alla settimana (n.2 uova), formaggi 2 volte alla settimana, salumi 1-2 volte alla settimana, legumi 2-3 volte alla settimana) ed evita condimenti di origine animale (es. burro): meglio l’olio extravergine d’oliva!
Tralascia alcolici, dolci e bibite zuccherate (sono troppo calorici!). Bevi abitualmente vino? Se sei un uomo NON più di due bicchieri al giorno, se sei una donna NON più di un bicchiere.
Equilibrio nelle porzioni: quanto mangi? Prova queste quantità: pasta o riso 80 g, pane 50 g, formaggi freschi 100 g, formaggi stagionati 50 g, salumi 50 g, carne 70-100 g, pesce 100-150 g.

Buona prevenzione a tutti!

Vsb:t

Share:

Altri Articoli

fusilli ricotta e spinaci

Fusilli spinaci e ricotta

Fusilli spinaci e ricotta è una ricetta light, per un primo piatto semplice e facilmente adattabile alle diete ipocaloriche.

cosa bere d'estate

Estate che caldo! Cosa bere?

Cosa bere d'estate Uno degli errori più comuni che commettiamo in estate è quello di non bere a sufficienza. E il prezzo da pagare può essere salato.
Tutte le cellule sono costituite da acqua così come il sangue, la linfa, le secrezioni e le escrezioni.
Le entrate e le uscite di acqua devono andare in pareggio ogni giorno.

frutta e colori

L’estate e i colori della frutta: la tavolozza della salute

Da qualche anno si sta diffondendo una nuova disciplina che tende ad assegnare ai colori dei vegetali proprietà preventive e anche curative particolari. A cavallo fra scienza ufficiale e cromoterapia, in attesa che ulteriori sperimentazioni comprovino con maggior precisione la scientificità della teoria (che comunque è già sfruttata pubblicitariamente da alcuni produttori di succhi di frutta e di minestre pronte), cerchiamo di capire qualcosa di più.

albicocca

Arriva l’estate. Viva l’albicocca

AlbicoccheLatini la chiamavano “Prunus armeniaca“, convinti che la sua origine fosse in Armenia (arriva invece dalla Cina), ma a diffonderla e coltivarla in Europa furono gli Arabi, che la battezzarono Al-barquq, da cui albicocca. Un frutto gustoso e prezioso, non solo per l’alimentazione ma anche per la cosmesi, come vedremo in seguito. Cinque sono i modi in cui si può gustare l’albicocca: fresca, essiccata, candita, sciroppata, in confettura.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti se non vuoi perderti i prossimi articoli e le prossime offerte!

aDieta.it © 2018-2019 Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali.

Responsabile del blog: Stefano Venuti, partita IVA: 02765120189

Vendita online a cura di: Garam s.r.l. Via Serviliano Lattuada, 16 – 20135 Milano – Tel. 02 56568491 – Part. IVA 09995210961 – REA MI-2126817