:: Il contenuto del tuo carrello
 Prodotto nel Carrello

Totale prodotti: 0 €

Sconti e promozioni potranno essere inseriti quando vai alla cassa

 
 
 
 

Il colesterolo: alimenti contro il colesterolo e fitosteroli

il colesteroloLa Gazzetta Ufficiale U.E n. L366/14 dell'11 dicembre 2004 ha pubblicato la Decisione della Commissione del 12 novembre 2004 che autorizza la commercializzazione di bevande a base di latte addizionate di fitosteroli/fitostanoli quali nuovi prodotti o nuovi ingredienti alimentari a norma del regolamento (CE) n. 258/97 del Parlamento europeo e del Consiglio.
A seguito della pubblicazione sono infatti apparsi nella grande distribuzione prodotti a base di latte con spiccate azioni anticolesterolemizzanti.

Ma vediamo nello specifico di che cosa si tratta.

Panorama attuale

Gli alimenti addizionati in fitosteroli sono stati appositamente studiati per quelle persone affette da ipercolesterolemia.

In Italia oltre la metà della popolazione adulta ha un livello di colesterolo elevato e questo aumenta il rischio di malattie cardiovascolari.

La mortalità per malattie cardiovascolari occupa in Italia il primo posto: il 44% di tutte le morti sono dovute a malattie del sistema cardiocircolatorio.

Considerando gli anni potenziali di vita persi, cioè gli anni che ciascuna persona avrebbe potuto vivere in più secondo l'attuale speranza di vita media, le malattie cardiovascolari tolgono ogni anno circa 300 mila anni di vita alle persone di età inferiore a 65 anni.

I fitosteroli sono sostanze naturalmente presenti in molti alimenti tra cui le noci , le mandorle , i cereali , la frutta, la verdura, l' olio d'oliva.

I fitosteroli più comuni sono il beta-sitosterolo, il campesterolo e lo stigmasterolo.

Alcuni studi hanno evidenziato che l'assunzione media di questi composti con la dieta è intorno a 150 mg al giorno per i Paesi dell'Europa Occidentale.

Il loro meccanismo di azione è molto semplice: i fitosteroli diminuiscono i livelli di colesterolo nel sangue riducendo l'assorbimento del colesterolo dall'intestino.

Questo meccanismo si basa sulla sostituzione del colesterolo all'interno delle micelle, che sono veri e propri "taxi del colesterolo"!

Dato che le micelle hanno una capacità limitata di incorporare fitosteroli, la concentrazione di colesterolo nelle stesse viene ridotta e, in tal modo, ne viene assorbito meno attraverso la membrana intestinale.

esempio di un vaso ostruito Il colesterolo non incorporato all'interno delle micelle forma co-cristalli con i fitosteroli e insieme, vengono eliminati attraverso le feci.

I fitosteroli rispetto al colesterolo non sono in grado di produrre placche aterosclerotiche , hanno però degli effetti collaterali:

  • diminuiscono nel sangue i livelli di carotenoidi, molecole molto importanti e protettive nei confronti di alcune malattie degenerative;
  • l'assunzione di fitosteroli è vietata nella sitosterolemia una malattia abbastanza rara. I soggetti con questa malattia vanno incontro ad aterosclerosi prematura e a malattie cardiovascolari.


Lo studio sugli effetti dei fitosteroli sulla diminuzione del colesterolo risalgono al secolo scorso.  Basti pensare che i primi studi sono del 1950! La riduzione di colesterolo nel sangue è stata dimostrata in...

  • persone con livelli di colesterolo normali ed elevati;
  • persone in terapia farmacologica ipocolesterolemizzante;
  • adulti e bambini affetti da ipercolesterolemia familiare;
  • persone con storia personale di eventi coronarici;
  • persone che seguono una dieta ipolipidica.


Uno studio ha dimostrato che l'assunzione quotidiana di latte (300 ml) arricchito con fitosteroli (2 g/d) è parimenti efficace nel diminuire il livello di colesterolo LDL dell'8-10%.
colesterolo: consigli dietetici
Inoltre il consumo di 2 porzioni di yogurt (vasetti da 150 g ciascuno) che forniscono 1,8 g/d di fitosteroli ha diminuito in maniera significativa il colesterolo LDL del 6%.

Nella gravidanza, in allattamento e nei bambini sotto i 5 anni l'utilizzo di questi prodotti va controllato poiché si tratta di situazioni fisiologiche in cui sono modificate le assunzioni giornaliere in nutrienti.
È quindi necessario sentire il parere di un esperto.

Consigli dietetici per ipercolesterolemia

  • eliminare I CIBI RICCHI DI GRASSI ANIMALI
  • ridurre I CONDIMENTI VEGETALI
  • aumentare GLI ALIMENTI RICCHI DI FIBRA (VERDURE, FRUTTA, CIBI I)
  • eliminare: GRASSI ANIMALI (BURRO, LARDO, STRUTTO)
  • eliminare: TUORLO D'UOVO, FORMAGGI GRASSI, CARNI GRASSE, FRATTAGLIE
  • aumentare: VERDURE, LEGUMI RICCHI DI FIBRA ALIMENTARE

Colesterolo: gli alimenti da evitare e quelli permessi

ALIMENTI VIETATI PERMESSI quante volte in una settimana?
LATTE E YOGURT latte intero, yogurt intero, yogurt alla frutta, latte condensato, panna, creme di yogurt latte parzialmente scremato e totalmente scremato,yogurt magro bianco o alla frutta (0,1% di grassi) tutti i giorni
FORMAGGI Formaggi stagionati tipo groviera, gorgonzola, fontina, formaggini fusi, sottilette, pecorino, grana Formaggi freschi tipo ricotta vaccina, mozzarella, crescenza, fiocchi di latte 1 volta.
Non più di 50-80 g per porzione
CARNE carne cucinata con abbondante condimento, evitare la carne grassa (anatra, costine.) e le frattaglie (fegato, rognone, cuore .) tutti i tipi di carne magra sono permessi: pollo (petto), tacchino, coniglio, vitello, manzo magro, cavallo, maiale magro (lonza o filetto) 3 volte
SALUMI salame, mortadella, coppa, pancetta prosciutto crudo magro, prosciutto cotto magro, bresaola, spek magro 1-2 volte.
Non più di 50-70 g per porzione
PESCI pesci conservati sott'olio (es. tonno), moderare il consumo di molluschi e crostacei (cozze, vongole, gamberi.) freschi o surgelati tipo sogliola, merluzzo, trota, dentice, orata. Tonno in scatola al naturale 2-4 volte
UOVA Uova fritte Uova sode o alla coque o in frittata cotta senza condimento. Ricordate che l'albume è privo di colesterolo n.2 uova/settimana
CONDIMENTI burro, lardo, strutto, margarina animale, olio di semi vari olio extravergine d'oliva, olio di semi di mais, olio di soia, olio di vinacciolo, margarine vegetali.
IN MODERATE QUANTITA'
tutti i giorni
PANE e SIMILI pane condito, fette biscottate, grissini, crackers pane comune, pane integrale, grissini all'acqua tutti i giorni
PATATE patate fritte patate lessate, patate al forno, purea di patate  
LEGUMI nessuno tutti  
PASTA O RISO O SEMOLINO O GNOCCHI DI PATATE nessuno.
Sono vietati solo se conditi con sughi elaborati
Pasta o riso o gnocchi al pomodoro o alle verdure, al ragù magro, risotto allo zafferano, pasta o riso in brodo vegetale o tipo minestrone. Tutti i giorni
TORTELLINI, RAVIOLI, CANNELLONI, ECC. tutti nessuno  
VERDURA verdura fritta o cucinata con grassi animali tutti i tipi, cotta o cruda tutti i giorni
FRUTTA frutta secca *** tutta.
In moderate quantita': banane, uva, fichi, kaki, frutta sciroppata
tutti i giorni
BEVANDE Nessuno acqua, tè, caffè, bibite zuccherate e succhi di frutta in quantità limitata.
Moderare: vino e birra
tutti i giorni
Concesso n.1 bicchiere di vino rosso a pasto.
ZUCCHERO MIELE MARMELLATA NESSUNO TUTTI Tutti i giorni
Senza eccedere
DOLCI GELATI GHIACCIOLI gelati o dolci confezionati con uova o burro o panna, biscotti frollini, biscotti farciti dolci fatti in casa senza burro, uova, panna, sorbetti alla frutta.
Concessi a colazione biscotti secchi Pavesini, Corn-flakes
 
ACETO, LIMONE, AROMI, SPEZIE, SALE NESSUNO TUTTI.
Limitare il consumo di sale da cucina
 

 *** A proposito di noci

Studi osservazionali riportano una relazione dose-dipendente relativamente agli effetti cardioprotettivi che potrebbero essere dovuti ai nutrienti contenuti nelle noci: esse contengono alte quantità di acidi grassi insaturi e pochi acidi grassi saturi, alte quantità di acido alfalinolenico, proteine vegetali e steroli. I benefici cardiovascolari sono stati osservati in seguito al consumo di 20-30g di noci al giorno o di 140g alla settimana con una riduzione del colesterolo totale dal 4% al 21% e delle lipoproteine a bassa densità dal 6% al 29%; tuttavia raccomandare il consumo di tali quantità di noci ha una “praticità” limitata a causa del significativo apporto calorico che questa quantità di frutta secca è in grado di fornire  (linee guida ADA). Per controllare il peso....meglio evitarle!

 

carni e pesci
uova
verdure
patate
primi piatti
  • alla griglia
  • in umido
  • lessati
  • al cartoccio
  • arrosto



NO FRITTI
  • alla coque
  • in camicia
  • sode
  • in frittata cotta al forno o in padelle antiaderenti



NO FRITTI
  • lessate
  • al forno
  • alla griglia
  • al vapore
  • in umido


NO FRITTI
  • bollite
  • al forno





NO FRITTI
ASCIUTTI:
  • olio
  • pomodoro fresco o tipo pelati
  • sughi di verdure
IN BRODO:
  • brodo vegetale
  • brodo di carne sgrassato
  • tipo minestrone
NO SUGHI FRITTI

Fitosteroli: dosaggi e consigli

Dosaggi

Affinché il meccanismo di riduzione del colesterolo sia efficace è necessario assumere 1 bottiglietta di prodotto ai pasti principali.

Consigli

Secondo noi il consumo di questi prodotti da solo non basta.

Si deve seguire un'alimentazione varia, bilanciata e a basso contenuto in colesterolo.

Sono quindi esclusi i seguenti alimenti:

  • latte intero
  • yogurt intero
  • yogurt alla frutta
  • latte condensato
  • panna
  • carne grassa
  • frattaglie
  • salame
  • mortadella
  • coppa
  • pancetta
  • burro
  • lardo
  • strutto
  • margarina animale
  • olio di semi vari
  • pane condito
  • pane di soia
  • grissini
  • crackers
  • dolci
  • creme
  • alimenti fritti
  • maionese
  • salse a base di uova
  • formaggi (massimo 1-2 volte alla settimana)

Si raccomanda, inoltre, attività fisica tutti i giorni:

  • almeno 30 minuti di attività fisica quotidiana, di moderata o elevata intensità, riducono il rischio di malattie cardiovascolari, diabete, tumore al colon e al seno
  • almeno 60 minuti di attività più intensa aiuta a controllare il peso corporeo

 

DANACOL BIANCO

danacol bianco  

DANACOL FRAGOLA

danacol fragola  
Valori nutrizionali
Valori nutrizionali
Valore energetico per 100g 63 kcal
265 kj
Proteine 3,2 g
Carboidrati 10 g
di cui zuccheri  
Grassi 1,1 g
escludendo 1,1 g
di steroli vegetali
di cui saturi 0,1 g
di cui monosaturi 0,72 g
di cui polisaturi 0,28 g
Colesterolo  
Fibre  
Sodio  
Calcio 120 mg
Valore energetico per 100g 63 kcal
265 kj
Proteine 3,2 g
Carboidrati 10 g
di cui zuccheri  
Grassi 1,1 g
escludendo 1,1 g
di steroli vegetali
di cui saturi 0,1 g
di cui monosaturi 0,72 g
di cui polisaturi 0,28 g
Colesterolo  
Fibre  
Sodio  
Calcio 120 mg
PRO-ACTIVE BIANCO
pro-active bianco

 PRO-ACTIVE FRAGOLA

pro-active fragola

 Valori nutrizionali  Valori nutrizionali
Valore energetico per 100g 367 kcal
87 kj
Proteine 2,6 g
Carboidrati 12,5 g
di cui zuccheri 9,6 g
Grassi 2,9 g
di cui saturi 1,1 g
di cui monosaturi 0,8 g
di cui polisaturi 01,0 g
Colesterolo tracce
Fibre tracce
Sodio 0,05 g
Calcio  
Valore energetico per 100g 367 kcal
87 kj
Proteine 2,6 g
Carboidrati 12,5 g
di cui zuccheri 9,6 g
Grassi 2,9 g
di cui saturi 1,0 g
di cui monosaturi 0,8 g
di cui polisaturi 01,0 g
Colesterolo tracce
Fibre tracce
Sodio 0,05 g
Calcio  
AVVERTENZA: Questo sito ha carattere di divulgazione culturale e informativa, necessariamente generale. Le informazioni contenute, pur basate sugli studi scientifici citati, non sostituiscono il consulto personalizzato del professionista pratico, dietologo o medico. Il lettore non è autorizzato a considerare gli articoli qui contenuti come consulti medici, né a prenderli a pretesto per curarsi da sé.


    
I PRODOTTI PIÙ VENDUTI