I disturbi dell’estate: la cistite

 cistite La cistite è la più diffusa tra le infezioni urinarie. Circa il 91% delle donne almeno una volta nella vita ne ha sofferto. Una cistite viene definita recidivante quando si manifesta almeno 3-4 volte all’anno, in questi casi è opportuno effettuare una visita specialistica per escludere alterazioni che favoriscano episodi ripetuti.

Cause

La causa principali sono i batteri intestinali che passano dall’intestino alle vie urinarie, i più frequenti sono l’Escherichia Coli, lo Stafilococco epidermidis e lo Streptococcus Fecalis.
Questo avviene più facilmente nelle donne poichè la lunghezza dell’uretra è di soli 3 cm contro i 13 dell’uomo e i batteri sono quindi più facilitati nel risalirla.
Inoltre la vicinanza della vagina con la vescica rende quest’ultima sottoposta a traumi meccanici dovuti ai rapporti sessuali e quindi maggiormente sensibile.
Esistono poi fattori favorenti la cistite e questi sono:

  • l’ambiente umido: evitare di tenere costumi bagnati o umidi e il salvaslip;
  • la stispi;
  • rapporti sessuali.

Sintomi

La cistite si manifesta con dolore o bruciore della vescica , urgenza e frequenza nella minzione e dolore sovrapubico .
E’ molto importante non trascurare questo disturbo poiché, se non trattata, può trasformarsi in vaginite.

Cura

Solitamente, dopo aver fatto l’urinocultura e il relativo antibiogramma, si effettua la terapia antibiotica del caso, secondo le indicazioni del medico curante.

Le 10 mosse per sconfiggerla

  • 1.Utilizzare detergenti dolci di pH simile a quello vaginale quindi intorno a 5;
  • 2.lavarsi in modo corretto: detergersi con un movimento compiuto dall’avanti all’indietroe mai viceversa.
  • 3.bere almeno 2 litri al giorno per diluire la concentrazione di batteri nelle urine, evitandone la proliferazione;
  • 4.utilizzare sempre biancheria intima di cotone, evitare i tessuti sintetici;  cistite Esistono una serie di indicazioni che possono essere utili in corso di infezione ma anche come azione preventiva.
  • 5.non utilizzare il salvaslip che crea un ambiente umido ideale per la proliferazione batterica;
  • 6.in spiaggia evita di tenere il costume bagnato;
  • 7.attenzione alla stipsi: l’intestino irregolare e la persistenza delle feci nell’intestino possono provocare passaggio di batteri in vescica;
  • 8.attenzione agli sbalzi di temperatura: passare dal caldo al freddo da condizionatore facilita l’insorgenza del disturbo perché il freddo provoca una vasocostrizione favorente la cistite;
  • 9.evitare le lavande vaginali frequenti poiché un eccessivo uso di detergenti antibatterici riduce l’acidità della vagina, costituendo un fattore predisponente la proliferazione batterica.
  • 10.evitare i seguenti alimenti:
    • Zucchero, caramelle, pasticcini, marmellate, gelatine, torte, cioccolato, crema pasticcera, budini, mostarda, miele
    • Datteri, castagne, frutta sciroppata, frutta secca e oleosa (mandorle, arachidi, noci, pinoli, nocciole), succhi di frutta, fichi secchi, prugne secche
    • Caffè
    • Funghi
    • Bevande zuccherate tipo: coca cola, aranciata, limonata, chinotto, bitter, spuma, acqua tonica, acqua brillante
    • alcolici
    • Attenzione a coloranti ed conservanti.

Regole per combattere la stipsi

  • Mangiare con calma, masticare bene
  • Non saltare i pasti
  • Distribuire gli alimenti in più pasti
  • Bere abbondantemente, preferibilmente lontano dai pasti
  • Passeggiare almeno 20 minuti al giorno
  • Abituarsi a regolarizzare l’evacuazione
  • Non fare uso di lassativi
  • Assumere a cicli regolari fermenti lattici
  • Consumare ogni giorno 4-5 porzioni di frutta e verdura
  • Consumare 1 porzione di legumi 1- 2 volte alla settimana
  • Consumare 3-4 porzioni di amidi possibilmente integrali
  • Consumare yogurt
  • Integrare l’apporto giornaliero di fibra eventualmente con l’assunzione di fibre del commercio ( es: semi di lino,semi di psyllio)

Come prevenirla naturalmente

E’ possibile utilizzare nel corso dell’anno dei protettori naturali come estratti di mirtillo o integratori a base di selenio o olio di soia che aumentano le difese delle mucose.

Di seguito vi indichiamo due ricette per prevenire il fastidiosi disturbo.

Insalata di mirtilli

Dose per 1 persona:
insalata mista gr. 50
spinaci gr. 50
mirtilli gr. 100
1 cipollotto
Avocado gr. 50
1 cucchiaio di olio di soia
Succo di limone
Sale e pepe
Preparazione : lavare l’insalata e gli spinaci, sbucciare l’avocado e tagliarlo a fettine sottili.
Affettare il cipollotto e trasferire il tutto in una ciotola capiente.
Lavare i mirtilli e unirli agli altri ingredienti.
Emulsionare l’olio con il succo di limone, il sale e il pepe. Utilizzare la salsina così ottenuta per condire l’insalata.

Macedonia variopinta

Dosi per 2 persone;
Mirtilli gr. 100
Pere gr. 100
Lamponi gr.100
Limone
Fruttosio 2 cucchiai
Foglie di menta
Preparazione :
Preparare un macedonia con gli ingredienti della ricetta, dolcificarla con fruttosio.

Vsb:t

Please follow and like us:

Lascia un commento