Divieto di vendita per i farmaci dimagranti con sibutramina

L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha disposto il divieto di vendita dei medicinali dimagranti a base di sibutramina. In Italia i farmaci che contengono questo principio attivo sono Ectiva, Reductil e Reduxade.

L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha disposto il divieto di vendita dei medicinali dimagranti a base di sibutramina. In Italia i farmaci che contengono questo principio attivo sono Ectiva, Reductil e Reduxade.

La decisione è stata presa tenendo conto delle valutazioni espresse dal Comitato per i Medicinali per Uso Umano (CHMP, Committee for Medicinal Products for Human Use), che ha rilevato un rapporto rischi-benefici sfavorevole per i farmaci a base di sibutramina. Questa molecola, indicata per favorire la comparsa del senso di sazietà postprandiale e dunque la perdita di peso, comporta effetti collaterali molto pericolosi, in quanto la sua assunzione aumenta il rischio di infarto e ictus nei pazienti affetti da patologie cardiovascolari.

Nel 2002 il Ministero della Sanità aveva già decretato il ritiro in seguito ad alcune morti probabilmente correlate all’utilizzo di riduttori dell’appetito a base di sibutramina. Pochi mesi fa la Food and Drug Administration (FDA), l’ente che controlla farmaci e prodotti alimentari in vendita negli USA, aveva reso noto che questa sostanza era responsabile dell’insorgenza di problemi a carico del sistema cardiocircolatorio.

L’AIFA invita i pazienti attualmente in cura con farmaci contenenti sibutramina a contattare il proprio medico per valutare la possibilità di terapie alternative. Specifica inoltre che, nel caso si intenda interrompere subito il trattamento, è possibile farlo anche senza consulto medico.

Il suggerimento che diamo alle persone sovrappeso è di abbandonare l’idea di pillole, bustine o beveroni miracolosi per dimagrire subito e senza fatica. La pubblicità di questi prodotti dimagranti veicola spesso il messaggio in modo non onesto né trasparente, perché si incentra sulla finalità dei prodotti ma senza avvisare i consumatori dei rischi in cui possono incorrere. Come gli esperti (qualificati, non improvvisati) della nutrizione ricordano, i rimedi farmacologici hanno effetti validi solo nell’immediato ma risultano scarsamente efficaci a lungo termine e possono innescare serie patologie.

La strada migliore per perdere peso è seguire una dieta studiata da un esperto dell’alimentazione e quindi appropriata, capace di fare dimagrire in modo graduale, e di dedicarsi nello stesso tempo a una regolare attività fisica.

FITNESSPEOPLE.IT

Vsb:t

Share:

Altri Articoli

fusilli ricotta e spinaci

Fusilli spinaci e ricotta

Fusilli spinaci e ricotta è una ricetta light, per un primo piatto semplice e facilmente adattabile alle diete ipocaloriche.

cosa bere d'estate

Estate che caldo! Cosa bere?

Cosa bere d'estate Uno degli errori più comuni che commettiamo in estate è quello di non bere a sufficienza. E il prezzo da pagare può essere salato.
Tutte le cellule sono costituite da acqua così come il sangue, la linfa, le secrezioni e le escrezioni.
Le entrate e le uscite di acqua devono andare in pareggio ogni giorno.

frutta e colori

L’estate e i colori della frutta: la tavolozza della salute

Da qualche anno si sta diffondendo una nuova disciplina che tende ad assegnare ai colori dei vegetali proprietà preventive e anche curative particolari. A cavallo fra scienza ufficiale e cromoterapia, in attesa che ulteriori sperimentazioni comprovino con maggior precisione la scientificità della teoria (che comunque è già sfruttata pubblicitariamente da alcuni produttori di succhi di frutta e di minestre pronte), cerchiamo di capire qualcosa di più.

albicocca

Arriva l’estate. Viva l’albicocca

AlbicoccheLatini la chiamavano “Prunus armeniaca“, convinti che la sua origine fosse in Armenia (arriva invece dalla Cina), ma a diffonderla e coltivarla in Europa furono gli Arabi, che la battezzarono Al-barquq, da cui albicocca. Un frutto gustoso e prezioso, non solo per l’alimentazione ma anche per la cosmesi, come vedremo in seguito. Cinque sono i modi in cui si può gustare l’albicocca: fresca, essiccata, candita, sciroppata, in confettura.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti se non vuoi perderti i prossimi articoli e le prossime offerte!

aDieta.it © 2018-2019 Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali.

Responsabile del blog: Stefano Venuti, partita IVA: 02765120189

Vendita online a cura di: Garam s.r.l. Via Serviliano Lattuada, 16 – 20135 Milano – Tel. 02 56568491 – Part. IVA 09995210961 – REA MI-2126817