ATTENZIONE: la vendita on-line è sospesa.

In offerta!

Ultrasuoni I-Tech Ut2

1.490,00 1.190,00

I-TECH UT2 è un apparecchio professionale per ultrasuonoterapia di alta tecnologia con due manipoli. 10 programmi di trattamento con possibilità di scelta di frequenza a 1 MHz o 2 MHz

COD: 16612 Categoria: Tag:

I-TECH UT2 è un apparecchio professionale per ultrasuonoterapia di alta tecnologia con 2 manipoli in dotazione di diversa grandezza (5 cm2 e 1 cm2) con possibile di scelta di frequenza di lavoro (1 MHz – 3 MHz).

I 2 manipoli consentono al professionista di eseguire dei trattamenti su zone di dimensioni diverse, offrendo così uno strumento adattabile perfettamente alle esigenze terapeutiche del paziente. La terapia fisica tramite ultrasuoni è utilizzata in modo efficace da oltre un trentennio nel trattamento di un’ampia gamma di affezioni dolorose, recentemente viene invece utilizzata anche per il trattamento estetico. Le onde sonore dell’ultrasuono si propagano nei tessuti, creando diversi effetti biologici:

Effetto termico: l’energia ceduta viene convertita in calore con l’innalzamento della temperatura locale, in particolar modo a livello dell’interfaccia tra i tessuti a differente impedenza acustica (ad esempio osso/tessuti molli), ed un aumento della microcircolazione
Effetto meccanico/chimico: vengono prodotte delle variazioni pressorie, la quali determinano il movimento dei liquidi e l’aumento della permeabilità delle membrane cellulari
Effetto cavitazionale: gli ultrasuoni riescono a generare delle bolle di vapore all’interno del tessuto adiposo, che implodono sfoderando un’energia che disgrega così le cellule adipose.
I-TECH UT2 è un dispositivo professionale per ultrasuonoterapia dotato di 2 manipoli con area irradiante di 5 cm2 e di 1 cm2. Questa dotazione insieme alla possibilità di memorizzare i parametri, lo rendono un dispositivo estremamente performante, l’ideale per l’operatore professionale.

I-TECH UT2 è dotato di 10 programmi preimpostati, nei quali il professionista può variare in modo autonomo i parametri di lavoro seguenti:

Frequenza (1 MHz e 3 MHz)
Potenza effettiva (fino ad un max di 3 W/cm2)
Duty cycle (10%÷100% con step di 10)
Tempoditerapia (fino ad un max di 30 minuti)
APPLICAZIONI PRINCIPALI

Tendiniti, Borsiti, Capsuliti, Ematomi organizzati e tessuti cicatriziali, Contratture muscolari, Nevralgie, Periartrite, Cervicalgia, Sciatalgie/lombalgie, Tunnel carpale, Epicondilite/epitrocleite, Contusioni, Distorsioni, Condropatie, Crampi, Massaggio, Cavitazione braccia/addome/gambe/glutei, Acne.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Alimentazione 100V-240V, 47Hz-63Hz, 1.35A con alimentatore 15V 3A Max.
Frequenza ultrasuono 1 MHz ± 10%, 3 MHz ±10%
Potenza 0.5 W – 10 W ± 20% con duty cycle ≥ 80% su 5 cm2, 0.5 W – 15 W ± 20% con duty cycle ≤ 70% su 5 cm2, 0.1 W – 2 W ± 20% con duty cycle ≥ 80% su 1 cm2, 0.1 W – 3 W ± 20% con duty cycle ≤ 70% su 1 cm2
Potenza effettiva 3 W/cm2 ± 20% (1 MHz) 3 W/cm2 ± 20% (3 MHz)
Modulazione di frequenza 100 Hz
Duty cycle 10%-100% con step 10%
Tempo impostabile massimo 30 minuti
Area irradiante effettiva 5 cm2 ± 20%; 1 cm2 ± 20%
Fascio ultrasonico collimato
Testina (materiale) alluminio
Adatto per uso esterno e per immersione
Indicatore a led corretto contatto cute/testina
Dispositivo medico certificato CE0476
Dimensioni apparecchio 350 mm x 186 mm x 86 mm
DOTAZIONE

Apparecchio I-TECH UT2
2 manipoli: 1 cm2 e 5 cm2
Alimentatore medicale
Gel per ultrasuonoterapia
Manuale d’uso
Controindicazioni

L’ultrasuonoterapia non deve essere applicata in prossimità dell’utero in donne in stato di gravidanza conclamato o possibile. Di conseguenza il fascio ultrasonico non deve essere utilizzato in tale zona senza espressa assicurazione che la paziente non è in stato di gravidanza.
I pazienti portatori di pacemaker dovrebbero essere protetti dall’esposizione diretta dell’ultrasuono sulla zona toracica al fine di prevenire interferenze con il pacemaker stesso.
Non applicare il fascio ultrasonico sui bulbi oculari e nelle immediate vicinanze.
Applicazioni dell’ultrasuono dovrebbero essere evitate in prossimità della zona cardiaca.
Non utilizzare su lesioni neoplastiche.
Non utilizzare in prossimità dei testicoli al fine di evitare incrementi di temperatura.
Il trattamento con ultrasuono dovrebbe essere evitato in zone interessate da tromboflebiti al fine di evitare il possibile movimento del trombo stesso. Evitare il trattamenti di pazienti affetti da trombosi venosa profonda, embolie o arterosclerosi.
Tessuti precedentemente trattati con raggi X o altre radiazioni non dovrebbero essere espositi al trattamento con ultrasuono.
Trattamenti con ultrasuono nella zona del ganglio stellato, della colonna vertebrale dopo laminectomia, dei principali nervi e della zona cranica dovrebbero essere evitati.
Non trattare tessuti ischemici in pazienti con problemi vascolari ove il flusso sanguigno potrebbe non supportare la richiesta di incremento metabolico e ove potrebbero presentarsi necrotizzazioni dei tessuti.
Non applicare l’ultrasuono su fratture in guarigione.
Evitare il trattamento con ultrasuono in prossimità dei centri di crescita ossea in bambini/ragazzi in età evolutiva.

'}]}