ATTENZIONE: la vendita on-line è sospesa.

In offerta!

I-Tech Ut1 Ultrasuoni

980,00

I-Tech UT1 è un ultrasuoni professionale progettato e realizzato per incontrare le richieste dell’utente professionale in termini di perfomance, facilità di utilizzo e gestione indipendente dei protocolli terapeutici.

COD: 16611 Categoria: Tag:

I-Tech UT1 è un ultrasuoni professionale progettato e realizzato per incontrare le richieste dell’utente professionale in termini di perfomance, facilità di utilizzo e gestione indipendente dei protocolli terapeutici.

Le caratteristiche eccellenti del fascio ultrasonico unito al design ergonomico del singolo manipolo professionale permettono di ottenere un’ottimale livello di trattamento.

Gli ultrasuoni sono delle onde meccaniche sonore che hanno frequenze superiori a quelle udibili da un orecchio umano. Si diffondono come onde di compressione/decompressione le quali attraversano i tessuti provocando così la vibrazione delle particelle. La frequenza della vibrazione (1 MHz e 3 MHz) risulta inversamente proporzionale alla capacità della penetrazione nei tessuti. Questa propagazione di onde sonore attraverso i tessuti produce effetti biologici di tipo chimico, meccanico termico e cavitazionale, con conseguenti effetti terapeutici:

antinfiammatorio ed analgesico
decontratturante (rilassamento muscolare)
fibrinolitico e trofico (riassorbimento di ematomi, eliminazione di tenui calcificazioni, stimolazione della guarigione dei tessuti)
I-TECH UT1 è uno apparecchio progettato e realizzato per far incontrare le richieste del professionista nei termini di perfomance, semplicità di utilizzo e di gestione indipendente dei protocolli terapeutici; è dotato di 10 programmi preimpostati, nei quali il professionista può variare in modo autonomo (e successivamente memorizzare) i parametri di lavoro seguenti:

Frequenza (1 MHz e 3 MHz)
Potenza (fino ad un max di 3 W/cm2)
Duty cycle (10%÷100% con step di 10)
Tempo di terapia (fino ad un max di 30 minuti)
Con I-TECH UT1 si possono eseguire trattamenti con immersione in acqua facilitando così sedute su superfici irregolari e su aree doloranti ove non è possibile intervenire in modo diretto. Durante il trattamento è assicurato costantemente il corretto contatto fra testina e cute tramite un indicatore a LED

APPLICAZIONI PRINCIPALI

Tendiniti, Borsiti, Capsuliti, Ematomi organizzati e tessuti cicatriziali, Contratture muscolari, Nevralgie, Periartrite, Cervicalgia, Sciatalgie/lombalgie, Tunnel carpale, Epicondilite/epitrocleite, Contusioni, Distorsioni, Condropatie, Crampi, Massaggio, Cavitazione braccia/addome/gambe/glutei, Acne.

CARATTERISTICHE TECNICHE PRINCIPALI

Alimentazione 100V-240V, 47Hz-63Hz, 1.35A con alimentatore 15V 3A Max.
Frequenza ultrasuono 1 MHz ± 10%, 3 MHz ±10%
Potenza 0.5 W – 10 W ± 20% con duty cycle ≥ 80% su 5 cm2 su 0.5 W – 15 W ± 20% con duty cycle ≤ 70% su 5 cm2
Potenza effettiva 3 W/cm2 ± 20% (1 MHz)
3 W/cm2 ± 20% (3 MHz)
Modulazione di frequenza 100 Hz
Duty cycle 10%-100% con step 10%
Tempo impostabile massimo 30 minuti
Area irradiante effettiva 5 cm2 ± 20%
Fascio ultrasonico collimato
Testina (materiale) alluminio
Adatto per uso esterno e per immersione
Indicatore a led corretto contatto cute/testina
Guida in linea utente con istruzioni rapide di utilizzo fornite direttamente sul display grafico LCD
Dispositivo medico certificato CE0476
Dimensioni apparecchio 300 mm x 186 mm x 86 mm
DOTAZIONE

Apparecchio I-TECH UT1
1 manipoli da 5 cm2
Alimentatore medicale
Gel per ultrasuonoterapia
Manuale d’uso
Controindicazioni

L’ultrasuonoterapia non deve essere applicata in prossimità dell’utero in donne in stato di gravidanza conclamato o possibile. Di conseguenza il fascio ultrasonico non deve essere utilizzato in tale zona senza espressa assicurazione che la paziente non è in stato di gravidanza.
I pazienti portatori di pacemaker dovrebbero essere protetti dall’esposizione diretta dell’ultrasuono sulla zona toracica al fine di prevenire interferenze con il pacemaker stesso.
Non applicare il fascio ultrasonico sui bulbi oculari e nelle immediate vicinanze.
Applicazioni dell’ultrasuono dovrebbero essere evitate in prossimità della zona cardiaca.
Non utilizzare su lesioni neoplastiche.
Non utilizzare in prossimità dei testicoli al fine di evitare incrementi di temperatura.
Il trattamento con ultrasuono dovrebbe essere evitato in zone interessate da tromboflebiti al fine di evitare il possibile movimento del trombo stesso. Evitare il trattamenti di pazienti affetti da trombosi venosa profonda, embolie o arterosclerosi.
Tessuti precedentemente trattati con raggi X o altre radiazioni non dovrebbero essere espositi al trattamento con ultrasuono.
Trattamenti con ultrasuono nella zona del ganglio stellato, della colonna vertebrale dopo laminectomia, dei principali nervi e della zona cranica dovrebbero essere evitati.
Non trattare tessuti ischemici in pazienti con problemi vascolari ove il flusso sanguigno potrebbe non supportare la richiesta di incremento metabolico e ove potrebbero presentarsi necrotizzazioni dei tessuti.
Non applicare l’ultrasuono su fratture in guarigione.
Evitare il trattamento con ultrasuono in prossimità dei centri di crescita ossea in bambini/ragazzi in età evolutiva.