Il contenuto del tuo carrello
Prodotto nel Carrello

Totale prodotti: 0 €

Sconti e promozioni potranno essere inseriti quando vai alla cassa

 
 
 
 

Influenza, come la curo?

influenza Anche quest'anno puntuale come al solito arriva l' influenza. Il ceppo del 2006/07 pare sia molto aggressivo, anche a causa della mitezza con cui, nella scorsa stagione si è manifestata l'influenza 2005/06.
A ciò si aggiunge il fatto che tra i virus attesi, uno sarà relativamente nuovo : si tratta del ceppo americano denominato Wisconsin associato a virus conosciuti come il Nuova Caledonia e il Malesia.

 

Come si manifesta

L' influenza colpisce il naso e le vie respiratorie. I sintomi generalmente sono:

  • febbre (anche molto alta: 39,5°C generalmente accompagnata da brividi)
  • malessere generale 
  • dolori muscolar i e osteo-articolari 
  • inappetenza 
  • mal di testa 
  • sintomi respiratori (come tosse, mal di gola, congestione nasale)
  • congiuntivite 

Possono comparire sintomi a carico dell'apparato gastrointestinale (nausea, vomito, diarrea), specialmente nei bambini . Nei neonati , in genere, la febbre non si manifesta ma si osservano più frequentemente vomito e diarrea . Anche negli anziani generalmente la febbre rimane bassa , l'insorgenza dei disturbi è graduale e comporta soprattutto debolezza , dolori osteo-articolari e a volte stato confusionale, caratterizzato da giramenti di testa .

Di solito l' influenza dura da 3 a 6 giorni .
Nei bambini più piccoli, nelle persone con più di 65 anni o che hanno alcune malattie croniche o nelle donne in gravidanza, possono però insorgere complicanze anche severe .

Come possiamo difenderci?

Ecco un decalogo anti - influenza per uscire indenni dal periodo più rischioso dell'anno.

  1. Curare l'alimentazione : autunno e inverno sono i momenti in cui il fisico è sottoposto a grandi stress e che richiede quindi una particolare cura, soprattutto per quanto riguarda vitamine e sali minerali. Quindi, consumare frutta e verdura fresca . Deve essere assicurato un buon apporto di vitamina C che rafforza le pareti delle mucose rendendole più efficienti nell'impedire la penetrazione dei virus. Quindi si ad agrumi , broccoli , frutti di bosco , kiwi , peperoni , pomodori e ravanelli .
    pomodoro       broccoli       aglio e cipolla       peperoncino
    Il cavolo , la verza e i broccoli contengono minerali come il ferro , sali minerali e vitamine che agiscono potenziando gli enzimi protettivi e le difese immunitarie del nostro organismo. Altri ortaggi di uso comune di cui può essere aumentato il consumo in cucina nei mesi invernali sono la cipolla e l'aglio : oltre ad essere ricchi di vitamine e sali minerali, hanno proprietà antisettiche ed espettoranti, fluidificano ed eliminano il catarro .

    Le spezie e il peperoncino svolgono un'azione vasodilatatrice .
    Sì al limone come condimento al posto dell'aceto : infatti facilita l'assorbimento del ferro dagli altri alimenti che ne sono ricchi (cavoli, spinaci, carni rosse) potenziando quindi le difese naturali contro raffreddore, mal di gola e tosse.
  2. Lavarsi frequentemente le mani . lavare le mani
  3. Cercare di tenere uno stile di vita il più regolare possibile: dormire almeno 7 ore e fare pasti ad orari regolari . Stop al fumo poiché indebolisce l'apparato respiratorio.
  4. Curare l'ambiente domestico : aprire le finestre più volte al giorno per almeno 15 minuti. Questo per favorire un buon ricambio di aria (il ristagno favorisce la proliferazione batterica). L' umidità dovrebbe assestarsi intorno al 50-60% . Un microclima troppo secco disidrata le mucose che rivestono le vie respiratorie e provoca paralisi della peluria che le ricopre favorendo l'ingresso nelle vie aeree di germi e batteri.
  5. Assumere integratori alimentari : affiancando alla propria alimentazione elementi quali le vitamine e tutto ciò di cui il corpo ha maggiormente bisogno per difendersi dagli attacchi al proprio sistema immunitario.
  6. liquidi Ricordarsi sempre dell'importanza di integrare i liquidi . Bere bevande salutari, come un infuso di rosa canina che contiene vitamine, zinco , flavonoidi e tannini, oppure tisane tiepide dolcificate con miele . Anche il brodo di carne è importante: se è caldo crea vasodilatazione e quindi beneficio per le vie aeree superiori irritate ed a un effetto fluidificante su muco e catarro.
  7. Scegliere con cura l'abbigliamento. Vestirsi a "cipolla" , no ai capi troppo pesanti che provocano abbondante sudorazione. Sì alla lana sulla pelle che offre un ottimo isolamento termico.
  8. Fare attenzione agli sbalzi di temperatura : ambienti troppo caldi non sono salutari. La differenza tra la temperatura interna ed esterna non dovrebbe mai essere superiore ai 10-15 gradi .
  9. Non trascurare l'attività fisica , anche se in questo periodo non bisogna eccedere per non sovraffaticare l'organismo .
  10. Evitare i luoghi troppo affollati dove si moltiplicano le occasioni di contagio : cinema , bar, teatri sono tutti luoghi dove è molto facile contrarre il virus.
Condividi:
Altri articoli che ti possono interessare

Iscriviti alla mailing list

* dato obbligatorio