Il contenuto del tuo carrello
Prodotto nel Carrello

Totale prodotti: 0 €

Sconti e promozioni potranno essere inseriti quando vai alla cassa

 
 
 
 

Veleni nel pesce spada


E’ di questi giorni la notizia della pubblicazione di un rapporto del WWF e dell’Universitá di Siena che denuncia la presenza nel pesce spada del Mediterraneo di oltre 15 tipi di veleni. Il rapporto completo è scaricabile sul sito www.wwf.it . Lo studio denuncia la presenza di tracce di 15 tipi di inquinanti chimici appartenenti ai gruppi dei pesticidi organoclorurati (DDT e HCB) e dei ritardanti di fiamma bromurati (19 tipi di PBDE). Entrambi i gruppi presentano proprietá di distruttori endocrini, provocano danni al sistema ormonale e alterano le funzioni neurologiche, comportamentali e riproduttive. Le sostanze sono state trovate in 29 campioni di pesce spada prelevati nel Tirreno. Si tratta di inquinanti di uso comune perché sono presenti nei tappeti, nelle tende e nei computer, dato allarmante  poiché ci permette di capire quanto sia facile la possibilitá di contaminazione. Sono state trovate anche tracce di DDT, bandito da oltre 25 anni!


Condividi:

Iscriviti alla mailing list

* dato obbligatorio