Il contenuto del tuo carrello
Prodotto nel Carrello

Totale prodotti: 0 €

Sconti e promozioni potranno essere inseriti quando vai alla cassa

 
 
 
 

Combattere l'infarto con il pomodoro formato pastiglia


Fra le ultime novitá dal mondo della ricerca scientifica, ecco una pillola al pomodoro che può prevenire l’infarto.

Alcuni studiosi inglesi hanno creato un integratore che ha la caratteristica di evitare che il colesterolo cattivo si vada a depositare nel sangue e provochi infarti ed ictus.
La pastiglia si chiama Ateronon e sará sufficiente ingerirne una al giorno per togliere il pericolo di infarto.

L’1 giugno 2009, durante un convegno svoltosi a Londra, si è parlato di questo rivoluzionario preparato; sembra che 150 volontari si siano sottoposti ad un esperimento assumendo per otto settimane l’Ateronon e che l’effetto riscontrato sia stato quello di eliminare il grasso nelle arterie.

Il licopene, contenuto nella buccia del pomodoro -che possiede note proprietá antiossidanti-, è stato l’elemento su cui hanno lavorato gli studiosi dell’universitá di Cambridge.
I primi risultati sono sicuramente interessanti, ma nuovi test verranno effettuati per potersi accertare che l’effetto riscontrato sia  da considerarsi duraturo.
La pastiglia è stata ideata dai ricercatori perché pare che l’antiossidante sia difficilmente assorbibile nella forma classica mentre sotto forma di integratore sia più efficace.
Nel mondo dell’alimentazione, ovviamente lo scetticismo è alto: alcuni nutrizionisti pensano sia più utile sostituire la chimica con una dieta mediterranea ben fatta, cioè alimentarsi nel modo corretto per mantenersi in salute.

La domanda sorge spontanea: pillola al pomodoro o dieta mediterranea?

Non ci resta che aspettare altri test scientifici per una conferma o una smentita.

Condividi:

Iscriviti alla mailing list

* dato obbligatorio