Il contenuto del tuo carrello
Prodotto nel Carrello

Totale prodotti: 0 €

Sconti e promozioni potranno essere inseriti quando vai alla cassa

 
 
 
 

Come stanno i tuoi reni? Il 14 marzo 2013 partecipa alla Giornata Mondiale del Rene.

Giornata mondiale del reneil 14 marzo in tutte le città di Italia, si terrà la Giornata Mondiale del Rene.  

I reni sono molto importanti e non sempre riusciamo ad accorgerci quando si ammalano. In Italia, come nel resto del mondo, le malattie renali sono in continuo aumento: ancora troppe persone giungono alla dialisi e al trapianto.

I messaggi della GMR 2013 sulla Prevenzione:

Un semplice esame delle urine e il dosaggio della creatinina nel sangue sono il primo passo per diagnosticare una malattia del rene.

Identificare una malattia renale in fase precoce può essere utile per prevenirne l’evoluzione e le complicanze.

Nella brochure scaricabile dal sito sin-italy.org oppure fondazioneitalianadelrene.org, troviamo il decalogo per prevenire:

DECALOGO GIORNATA MONDIALE DEL RENE

  1. I reni sono organi che si possono deteriorare, spesso senza dare alcun segno o sintomo, per cui è necessario, una volta all’anno,
    a) misurare la  pressione arteriosa  e  b) effettuare  l’esame delle urine. Talvolta può essere necessario anche c) conoscere il valore della creatinina nel sangue e d) effettuare un’ ecografia renale.
  2. I soggetti a rischio di malattia renale sono: adulti con età superiore a 60 anni, ipertesi, diabetici, obesi, individui con familiarità per malattie renali e coloro che fanno abuso di farmaci anti-infiammatori. 
  3. Nella fase ultima della malattia renale (insufficienza renale terminale) gli unici rimedi sono la dialisi e/o il Trapianto.
  4. Si stima che oggi nel mondo 2.500.000 pazienti siano in trattamento dialitico per uremia cronica. Si calcola che oggi ci siano in Italia circa 50.000 pazienti in trattamento dialitico cronico.
  5. Le cause più comuni che portano all’insufficienza renale sono il diabete e l’ipertensione arteriosa non controllata.  Infatti il  72% dei dializzati nel mondo sono pazienti diabetici e/o ipertesi.
  6. Il diabete si complica con il danno renale in almeno il 40% dei casi.
  7. La progressione del danno renale si può rallentare con l’uso di farmaci che sono dotati di azione reno-protettiva, sia perché controllano la pressione arteriosa, sia perché riducono la proteinuria.
  8. Il controllo della malattia renale è fondamentale anche perché migliora la prognosi cardiovascolare (chi è malato di rene spesso soffre di malattia cardiaca).
  9. Prevenire si può: curare e controllare bene il Diabete e la Pressione Arteriosa significa  bloccare l’evoluzione del danno renale verso la dialisi.
  10. I Nefrologi della Società Italiana di Nefrologia (SIN) e della Fondazione Italiana del Rene  (FIR) ONLUS sanno come affrontare la malattia renale: affidatevi a loro.
 

Collegati ai siti sin-italy.org oppure fondazioneitalianadelrene.org,  e cerca i centri nefrologici che partecipano alla Giornata Mondiale del Rene 2013

I  consigli di adieta per la prevenzione a tavola:

Raggiungi o mantieni un peso corporeo adeguato (con un BMI < 25)Prevenzione a tavola

Equilibrio nei pasti con un giusto apporto di proteine, grassi, carboidrati e fibra (No alle diete fai da te: chiedi consiglio ad un dietista!)

No a troppo sale: aggiungi il sale nell’acqua di cottura di pasta o riso, un pizzico sulle verdure (insaporisci con spezie ed aromi a piacere!) e… ricordati di limitare formaggi, salumi e cibi in scatola

Evita l’eccesso di zuccheri semplici (dolciumi) e grassi saturi (limita formaggi, salumi, burro, panna….)

 



Tags: Reni 
Condividi:

Iscriviti alla mailing list

* dato obbligatorio