Il contenuto del tuo carrello
Prodotto nel Carrello

Totale prodotti: 0 €

Sconti e promozioni potranno essere inseriti quando vai alla cassa

 
 
 
 

Curcuma: tutti i benefici

Alla scoperta della Curcuma indiana, la regina delle spezie

Curcuma antitumorale

La curcuma è una spezia indiana dalle mille proprietà, nota fin dall'antichità non solo come ingrediente tipico, ma anche come rimedio medicinale e come colorante, grazie al suo caratteristico colore giallo-ocra. E' presente da oltre 5000 anni nella medicina ayurvedica come rimedio depurativo, digestivo, antinfiammatorio, contro la dissenteria, l'artrite e i disturbi epatici.

CURCUMA: ORIGINE

La "Curcuma Longa"- o Zafferano delle Indie - è una pianta originaria dell'India, coltivata principalmente nelle regioni meridionali del paese. Si presenta con lunghe foglie ovali e piccoli fiori a forma di spiga, dalla cui radice si estrae la spezia. Le radici vengono fatte bollire e successivamente fatte essiccare e polverizzate, fino ad ottenere una polvere gialla molto fine. Largamente usata nella cucina indiana e mediorientale, da qualche anno si trova facilmente in quasi tutti negozi e supermercati ad un prezzo accessibile; può essere usata in cucina e come rimedio naturale per diversi disturbi.

CURCUMA: USO IN CUCINA

La curcuma è ottima per insaporire svariate pietanze, dagli antipasti ai secondi. Il suo gusto particolare ma delicato la rendono inoltre l'aggiunta perfetta a salse e formaggi freschi cremosi. Molto usata nelle ricette vegane e vegetariane, la curcuma è sfruttata anche per il suo colore giallo intenso, capace di dare una sfumatura vivace a qualunque piatto, ad esempio se aggiunta negli impasti.

Per approfittare di tutte le proprietà benefiche di questa spezie la dose consigliata è di 1-2 cucchiaini al giorno. Importante assumerla in abbinamento a pepe nero o olio di oliva, che ne potenziano l'efficacia. Inoltre, va aggiunta sempre a fine cottura per non alterarne il sapore e la colorazione.

Attenzione a non confondere la curcuma con il curry! Quest'ultimo, infatti, è un insieme di spezie tra cui vi è anche la curcuma.

Benefici della curcuma

CURCUMA: PROPRIETA' E BENEFICI

La curcuma è una spezia "magica" dalle numerose proprietà benefiche, dovute agli elementi contenuti al suo interno: curcumina, potassio, vitamina C e amido.

Una delle proprietà più note e interessanti della curcuma è l'effetto antitumorale, una caratteristica che viene evidenziata da secoli nella cultura popolare e trova conferma nella medicina moderna. Ciò che ha suscitato la curiosità dei ricercatori è il fatto che in India, il paese dove si registra il più alto consumo di curcuma, l'incidenza dei tumori sia più bassa rispetto al resto del mondo. Questa sorpendente proprietà sarebbe dovuta alla curcumina, una sostanza dotata di un forte potere antiossidante, che blocca sul nascere le cellule tumorali.

I principali benefici della curcuma riconosciuti dalla comunità scientifica sono:

  • Effetto antitumorale, in particolare contro i tumori che colpiscono colon, prostata, bocca, polmoni, fegato, pelle, reni e mammelle
  • Contrasta l'insorgere della leucemia
  • Ottimo cicatrizzante
  • Dona sollievo in caso di punture di insetti e scottature
  • Regolarizza la circolazione sanguigna
  • Facilita la digestione, riduce il meteorismo e l’irritazione del colon
  • Rimedio naturale contro i dolori mestruali, articolari e influenzali
  • Antiossidante, contrasta i radicali liberi e rallenta l'invecchiamento
  • Aiuta a combattere il colesterolo, facilita lo smaltimento dei grassi
  • Rinforza il sistema immunitario

CURCUMA: CONTROINDICAZIONI ED EFFETTI COLLATERALI

Nonostante le sue innumerevoli qualità, è bene non eccedere nel consumo di curcuma per non incappare in effetti collaterali come disturbi gastrointestinali, nausea e diarrea. La dose da non superare è 20 grammi di curcuma al giorno.

Astenetevi dal consumo di curcuma (e di curry) se soffrite di calcoli biliari perchè potrebbe favorire l'ostruzione delle vie biliari. Sono inoltre possibili interazioni con farmaci ipoglicemizzanti, anticoagulanti e immunosoppressivi, pertanto in questi casi si consiglia di chiedere il parere del medico prima di assumere curcuma. Il suo uso, infine, è sconsigliato in gravidanza, durante l'allattamento e nei bambini di età inferiore ai 2 anni.

Effetti collaterali della curcuma

AVVERTENZA: Questo sito ha carattere di divulgazione culturale e informativa, necessariamente generale. Le informazioni contenute, pur basate sugli studi scientifici citati, non sostituiscono il consulto personalizzato del professionista pratico, dietologo o medico. Il lettore non è autorizzato a considerare gli articoli qui contenuti come consulti medici, né a prenderli a pretesto per curarsi da sé.
Tags: Curcuma , Spezie 
Condividi:
Altri articoli che ti possono interessare

Iscriviti alla mailing list

* dato obbligatorio