Con la pedana vibrante Power Plate perdi peso: uno studio lo conferma

Recentemente è stato presentato al Congresso Europeo sull’Obesitá uno studio, condotto dalla Artesis University College di  Anversa, articolato su un periodo di sei mesi, dove si attesta che coloro che si sono sottoposti a un allenamento vibratorio associato a una dieta equilibrata hanno perso più peso di chi, sempre seguendo un regime alimentare, ha praticato invece un allenamento con esercizi convenzionali.

Ecco il risultato dello studio:
come dicevamo sopra, lo studio è stato effettuato per un periodo di sei mesi, dopo il quale i soggetti che si sono sottoposti all’esperimento hanno ripreso le loro abitudini normali. Il test è stato effettuato di nuovo a distanza di 12 mesi e i risultati ottenuti sono i seguenti:

– il gruppo che aveva utilizzato Power Plate e aveva perso l’ 11% del proprio peso, ha mantenuto una   percentuale del 10.5%
– chi ha seguito una dieta e ha effettuato esercizi fitness convenzionali e aveva perso il 7% del proprio peso, ha mantenuto il 6.9 %
– chi ha effettuato solo una dieta e aveva perso il 6% del proprio peso, ha mantenuto una percentuale del 5%

Promettente è stata anche la riduzione di grasso viscerale.
Inoltre si è riscontrato che il gruppo che ha utilizzato Power Plate e una dieta equilibrata è quello che è riuscito in media a mantenere la percentuale più alta di riduzione di grasso rispetto a chi ha seguito esercizi fitness e dieta o solo una dieta.  

Guss Van Der Merr, fondatore dell’azienda che produce Power Plate, ha dichiarato di essere molto soddisfatto dei risultati ottenuti dallo studio effettuato in quanto è stata riscontrata anche una perdita di grasso viscerale.

Guss Van Der Merr sottolinea il fatto che l’obesitá è una delle maggiori preoccupazioni non solo negli Stati Uniti ma anche nel resto del mondo e si rivela molto soddisfatto del fatto che possa dare delle possibilitá a tutte le persone di perdere peso e quindi rimanere in forma grazie a Power Plate.

Vsb:t

Please follow and like us:

Lascia un commento