Il pane di Rivalta – farina Ros ’95

18/11/2001…ce l’avete chiesto in tanti…
“È il pane che tutti aspettavano: piu’ ne mangi e più bruci calorie…
Tutti ne vogliono almeno un pezzetto ma non sanno a chi rivolgersi…”

Adieta.it ha contattato il Dott. Mathias Christian Zohoungbogbo, il medico inventore della Ros ’95, la farina senza amido né carboidrati, brevetto approvato dal ministero dell’Industria nel marzo del 2001.

Il Dott. Mathias (come è chiamato per brevità) è un oncologo convertito alla dietologia ed è a capo di un centro per la cura dell’obesità a Rivalta di Torino, tempo fa ha avuto delle controversie finite poi nelle aule dei tribunali, però ne è uscito a testa alta dopo il rapporto del Nucleo antisofisticazioni. Motivo del contendere: discusse pillole antifame.
Più pesante l’accusa di omidicio colposo per la morte, nel ’95, di una sua paziente di 61 anni: Zohoungbogbo fu assolto.
Dopo i chiacchierati cocktail antifame, messi definitivamente fuorilegge da un decreto del ministero della Sanità nel febbraio 2000, la nuova invenzione è il pane di Rivalta e tutta una linea alimentare che produce nel pastificio di Rivalta e vende anche per corrispondenza. Il business è in evoluzione: dopo aver depositato il brevetto in Italia e negli Stati Uniti, il dottor Mathias ha venduto la ricetta della farina allo stabilimento Rizzolio di Nizza Monferrato e al molino Figna di Collecchio di Parma che la distribuisce alle panetterie.
L’anno prossimo avverà lo sbarco nei supermercati e nelle farmacie. Il Dott. Zohoungbogbo afferma: «In Italia tra cure e ricoveri per l’obesità si spendono 21 miliardi l’anno e il pane di Rivalta farà risparmiare parecchio».
Noi della redazione di adieta.it abbiamo chiesto informazioni su questo “mitico” e misterioso pane al suo inventore ed abbiamo scoperto che il pane di Rivalta prende il nome da Rivalta di Torino dove ha sede l’azienda del Dott. Mathias Christin Zohoungbogbo.
Adieta.it ha chiesto al medico chiarimenti e le tabelle nutrizionali del suo pane ma il dottor Zohoungbogbo, tra proclami vari, ci ha spiegato solamente che ha brevettato una farina, di nome Ros95, composta da: almeno il 50% di proteine, meno del 15% di carboidrati e il resto da fibre vegetali.
Il brevetto è stato venduto a un mulino che sta preparando la distribuzione in tutta Italia per i prossimi mesi. Pare che il pane che se ne ricava sia piuttosto gommoso ma che se e’ ben preparato (con un po’ di semi di finocchio in superficie per esempio) si puo’ mangiare tranquillamente.
Purtroppo il dottor Zohoungbogbo non ci ha spedito un campione del pane per cui non abbiamo ancora avuto il piacere di assaggiarlo.
Il pane viene attualmente distribuito nelle maggiori città italiane; attualmente costa sulle 30.000 al kg e se vi interessa sapere dove trovarlo potete contattare il dottor Zohoungbogbo al numero 011-9092233
Ma cosa fa questo pane?
Fa dimagrire?
La risposta e’ semplice: no!

Data la composizione che ci ha indicato il dottor Zohoungbogbo si deduce che il pane ricavato da questa farina avra’ tra le 200 e le 240 Kcal ogni 100 grammi: cioe’ come il comune pane di farina di grano.
L’unico vantaggio e’ che si tratta di un pane ricco di fibre che dona un senso di sazietà notevole.
Fate solo attenzione a non mangiarne troppo se soffrite di colon irritabile.
È probabile che la M.T.Z. (Metodica Terapeutica Zohoungbogbo), utilizzata nei centri del Dottor Zohoungbogbo, impieghi con criterio questo pane integrandolo nella dieta del paziente: purtroppo però la M.T.Z. non ci e’ stata spiegata: l’impressione che ci resta e’ che il dottore e il suo staff siano troppo impegnati per rispondere alle nostre semplici domande di dietologia.
Peccato!… fino a quando non ci sarà meglio spiegata questa metodica saremo costretti a considerare questo pane di Rivalta solo un nuovo metodo per spillare soldi a chi vuole dimagrire.
Ovviamente siamo pronti a cambiare idee se qualcuno ci darà le prove necessarie.

Stefano Venuti

 

Vsb:t

Lascia un commento