Il contenuto del tuo carrello
Prodotto nel Carrello

Totale prodotti: 0 €

Sconti e promozioni potranno essere inseriti quando vai alla cassa

 
 
 
 

Il congelatore: alleato delle diete

Congelatore e diete

Spesso il tempo è tiranno e non riusciamo a seguire la dieta come vorremmo perché i momenti per cucinare sono veramente pochi. Ci troviamo, allora, nella condizione di mangiare sempre le stesse cose (tra le più gettonate: formaggi e salumi) perché sono pratiche e già pronte.
Come possiamo variare il menù e la dieta in modo da non dover cucinare tutti i giorni?
La risposta a questa domanda è molto semplice e non occorre acquistare nessun attrezzo strano: si utilizza il congelatore.

Non tutti i giorni possiamo cucinare e non vogliamo comperare sempre piatti pronti, utilizzando al meglio questa attrezzatura possiamo metterci ai fornelli una sola volta alla settimana e vivere di rendita per il resto dei giorni.
Per prima cosa dotiamoci di contenitori di varie dimensioni, di vetro o di plastica e decidiamo in quale giorno dedicare almeno 4 ore alla cucina.

Le soluzioni e i menù possono essere tanti
, noi di adieta.it ne proponiamo alcuni, ma le possibilità sono infinite.
La stagione estiva ci offre la possibilità di avere a disposizione una varietà di frutta e verdura gustosa e numerosa, prepariamo allora una buona quantità di minestrone con tutte le verdure e gli aromi dell'orto, una volta pronto lo faremo raffreddare e lo porremo in contenitori monodose da mettere in congelatore e pronti all'occorrenza.
Mentre il minestrone di verdure cuoce, possiamo pulire e lavare la frutta e preparare una macedonia anche questa da riporre in recipienti monodose.
Possiamo anche preparare una crema di pomodoro ricca in licopene, potente antiossidante.

Congelatore e diete

PAPPA AL POMODORO

Dosi per 4 persone:
700 gr. di pomodori, 2 coste di sedano, 300 grammi di patate, 2 cucchiai di fecola di patate, paprika, 150 ml di yogurt magro, basilico, aglio, sale e 400 ml di brodo.
Preparazione:
Scottare i pomodori in acqua bollente per qualche secondo, quindi pelarli ed eliminare i semi. Sbucciare le patate, tagliarle a dadini come il sedano e metterle in una casseruola insieme ai pomodori tagliati a pezzi, la fecola e la paprika. Aggiungere il brodo e cuocere per 50 minuti.
Passare il tutto al mixer e riportare a bollore. Unire lo yogurt, il basilico e l'aglio tritati.
 


E per condire la pasta? Perché non preparare il pesto e congelarlo nei contenitori per il ghiaccio? Sono ottime monoporzioni!
E perché non una torta salata alle verdure da congelare in 4 parti uguali (è un ottimo piatto unico accompagnato da insalatina verde e 1 frutto)

TORTA SALATA AI PROFUMI DELL'ORTO

Dosi per 4 persone:
pasta sfoglia, melanzane 400 g, peperoni 400 g, zucchine 400 g, ricotta 100 g, albume d'uovo n.1, sale, pepe, basilico, timo, olio di oliva gr. 10, pecorino grattugiato 20 g.
Preparazione:
Fate grigliare le verdure precedentemente lavate e tagliate a listelle.
Nel frattempo frullate la ricotta e il basilico. Tagliare a dadini le verdure grigliate, unitele alla crema ottenuta e regolate di sale e timo e legate con l'albume d'uovo.
Stendete finemente la sfoglia e mettetela in una teglia precedentemente ricoperta con carta da forno; bucherellatela con la forchetta; aggiungete il ripieno di verdure e per ultimo spennellate la superficie con 10 g di olio e ricoprite con il pecorino.
Mettete in forno caldo a 150° per circa 30-40 minuti.
 


Il forno adesso è libero. Prova a preparare un arrosto o un roastbeef, una volta cotto lo raffreddi e lo tagli riponendolo in congelatore sempre in monoporzioni.
Il dolce non poteva mancare: ecco una mousse di lamponi dietetica:

Congelatore e diete

MOUSSE DI LAMPONI

Dosi per 4 persone:
200 g di ricotta fresca, 20 g di fruttosio, 2 albumi. Per la salsa: 200 gr. di lamponi frullati (se non li amate potete usare le more o i ribes)
Preparazione:
Lavorate la ricotta con il fruttosio fino a renderla cremosa.
Montate gli albumi a neve ferma con il fruttosio e uniteli alla ricotta.
Distribuite i lamponi frullati sul fondo di 4 coppette. Unite la ricotta e completate con i lamponi rimasti.


E se poi hai ancora voglia di dolci prepara del tè freddo o una tisana ai frutti di bosco dolcificati con aspartame, mettili nei contenitori per ghiaccioli e avrai dei dissetanti davvero ipocalorici!!!!

Impariamo a congelare

Congelatore e diete Carne: tagliate pezzi piccoli e avrete due vantaggi: congelerà più in fretta e manterrà tutte le sue caratteristiche organolettiche. Stufati e spezzatini si conservano in recipienti ermetici, l'arrosto già cotto va tagliato a fette.

Pesce: i crostacei vanno congelati sgusciati, gli altri pesci eviscerati e puliti.

Verdura: cavolini di Bruxelles, asparagi, broccoli, carciofi e spinaci vanno sbollentati per qualche minuto e vanno congelati eliminando l'acqua in eccesso. Peperoni e melanzane possono essere congelati anche grigliati. Non vanno messe in freezer né patate lesse né insalate.

Salume e formaggi: si conservano per non più di 3-4 mesi, il grasso tende con il tempo a irrancidire.

Frutta: i pezzi piccoli si congelano rapidamente mettendoli ben distanziati su di un vassoio rivestito di carta da forno. Vanno, poi, chiusi in sacchetti per alimenti. In questo modo possono essere utilizzati al bisogno.

Erbe aromatiche: lavare le foglie, asciugarle e tritarle mettere nei sacchetti.

Tutte queste indicazioni sono molto utili per chi non ha molto tempo da perdere ma anche per chi ha un bimbo piccolo e lo deve svezzare, congelare le monodose può rivelarsi davvero un aiuto straordinario.


Attenzione, però, è importante che nella preparazione degli alimenti si rispettino le seguenti regole:

  • trattare con il calore tutti gli alimenti potenzialmente veicolo di tossinfezione, tenendo conto che gli alimenti a base di carne, pesce, uova e latte costituiscono una matrice che ben si presta all'attecchimento dei germi ad alta moltiplicazione batterica;
  • adoperare procedimenti di cottura con tempi e temperature adeguati;
  • usare corretti procedimenti di raffreddamento e refrigerazione.

Lo scongelamento deve avvenire in frigorifero e mai a temperatura ambiente.

Le preparazioni, una volta scongelate, non devono essere ricongelate.

AVVERTENZA: Questo sito ha carattere di divulgazione culturale e informativa, necessariamente generale. Le informazioni contenute, pur basate sugli studi scientifici citati, non sostituiscono il consulto personalizzato del professionista pratico, dietologo o medico. Il lettore non è autorizzato a considerare gli articoli qui contenuti come consulti medici, né a prenderli a pretesto per curarsi da sé.
Condividi:

Iscriviti alla mailing list

* dato obbligatorio