Il contenuto del tuo carrello
Prodotto nel Carrello

Totale prodotti: 0 €

Sconti e promozioni potranno essere inseriti quando vai alla cassa

 
 
 
 

La colazione dei bambini

La colazione dei bambini

Ristabilire l'importanza della prima colazione per prevenire l'obesità: a raccomandarlo sono gli esperti della Società Italiana di Obesità , in occasione del loro IV Congresso Nazionale , in programma a Firenze dal 21 al 24 maggio 2008.
Il bambino condotto a scuola in fretta e furia è troppo spesso vittima delle cattive abitudini degli adulti. La prima colazione del mattino non va dimenticata e non deve essere considerata tempo perso.

Il tempo che dedichiamo alla prima colazione dei nostri piccoli è tempo prezioso, anzi, il primo pasto della giornata è un modo per iniziare in armonia una lunga giornata di studio e di lavoro.

La colazione dei bambini Una colazione buona ed equilibrata è fondamentale per fornire energia all'organismo dopo il digiuno notturno.
Il bambino necessita, quindi, di un buon apporto di calorie per iniziare la giornata.

Non fare colazione risulta un errore poiché i nostri ragazzi arrivano a metà mattina desiderosi di mettere qualcosa sotto i denti, si abbuffano e all'ora di pranzo sono poco disposti a mangiare ciò che la mensa o la famiglia gli propone.
Non tutti i bambini sono desiderosi di mangiare appena svegli ed imporre loro questa abitudine non aiuta di certo. Per invogliare i ragazzi a fare colazione si possono però preparare delle colazioni creative e stuzzicanti che offrano al bimbo tutto il nutrimento di cui ha bisogno ad inizio giornata.
Spesso il rifiuto è legato al poco tempo a disposizione: lavarsi, controllare la cartella, ripetere la lezione...

La prima cosa da fare è modificare le abitudini della famiglia, svegliando i bambini con sufficiente anticipo, cercando di fare la sera prima operazioni come la cartella, ripassare le lezioni, preparare i vestiti. Una volta pronti ci si siede a tavola parlando degli argomenti che più interessano, dalla scuola, ai giochi, agli eventuali problemi lasciati in sospeso la sera precedente.

Ricordiamo sempre che il primo esempio lo diamo noi genitori, se al mattino ci accontentiamo di un caffè in piedi non possiamo pretendere che i nostri figli facciano diversamente. Anche la tavola preparata con colori accesi e simpatiche tazze può essere d'aiuto per invogliare i piccini più pigri.

La colazione dei bambini

Ma come deve essere la prima colazione?

La prima colazione deve coprire il 15-20% dell'apporto calorico giornaliero e queste calorie dovrebbero provenire da tutti i nutrienti: il 10 - 13% dalle proteine , il 27% dai grassi e il 55-60% dai carboidrati .

Il latte è l'alimento fondamentale per tutto il periodo della crescita perché apporta le proteine animali ad alto valore biologico, il calcio indispensabile per la formazione del tessuto osseo, lipidi, sali minerali e vitamine, Quindi rappresenta il perno della prima colazione classica.

Per renderlo più gradevole si può aggiungere dell'orzo solubile o, in alternativa, del cacao; può essere dolcificato con miele o zucchero o bevuto senza ulteriori aggiunte. Chi non amasse questo alimento può sostituirlo con yogurt alla frutta o ai cereali.

La notizia

In quasi tutte le città si trovano distributori di latte crudo. E' importante comprare latte crudo dai distributori perché:

  • 1.Conserva tutte le proprietà naturali
  • 2.È cremoso e dal gusto intenso
  • 3.Costa meno del latte che trovi nei supermercati

Vantaggi ambientali:

  • Meno camion sulle strade! Il latte crudo non viene trasportato per chilometri e chilometri, viene da vicino a te.
  • Meno rifiuti! Il latte crudo non è impacchettato (puoi andarlo a prendere con la tua bottiglia in vetro, lavabile e riutilizzabile).
  • Nessuno spreco! Il latte non erogato dai distributori dopo 24 ore viene utilizzato per fare la ricotta e altri formaggi.

Come buon accompagnamento del latte si può usare il pane oppure le fette biscottate con burro e marmellata o miele o biscotti secchi o 1 fetta di torta preparata dalla mamma.

Un'altra alternativa possono essere i cornflakes o i fiocchi di riso o di altri cereali.

Per concludere e per completare dal punto di vista nutrizionale la colazione, dovrebbe essere consumata frutta fresca di stagione oppure sotto forma di macedonia o di spremuta di agrumi .

Può essere che il bambino non ami alimenti dolci allora possiamo provare con formaggi teneri o ricotta sul pane e succo di frutta al naturale.

Per chi al mattino si sveglia con poco appetito e preferisce mangiare qualcosa di più nutriente più tardi, la frutta può essere una soluzione accettata.

Questo tipo di colazione, facile da digerire, ricca di zuccheri di pronto utilizzo e di fibre, ha, però, il difetto di lasciare libero lo stomaco molto presto e quindi, dopo un'ora, si sente il desiderio di mangiare qualcosa di più sostanzioso.

La regola della varietà nella scelta degli alimenti dovrebbe essere applicata anche alla prima colazione, la scelta non stimola soltanto l'appetito, ma assicura un certa complementarietà fra i diversi alimenti. Ciò permette di compensare eventuali carenze ed eccessi e favorisce l'equilibrio qualitativo della dieta.

CURIOSITA'

La colazione dei bambini Fino a qualche anno fa il 70% degli italiani non faceva colazione: solo un caffè o un caffè latte.

Ma per gli altri popoli il primo pasto della giornata è sempre stato tutt'altro che trascurabile: dal famoso breakfast britannico alla ricca colazione tedesca.

Ecco alcuni esempi di colazioni europee:

  • SPAGNA : Nelle famiglie la colazione consiste in una tazza di caffè, di latte o di cioccolata, accompagnata da ciambelle, magdalenas e pane tostato.
  • FRANCIA : nelle famiglie si consuma caffè lungo o tè, succo d'arancia e croissant.
  • GERMANIA : la colazione è composta da caffè, tè, latte, yogurt, insaccati e o formaggi, uova pane tostato marmellata, burro.
  • GRECIA : yogurt, miele e frutta secca.

 

AVVERTENZA: Questo sito ha carattere di divulgazione culturale e informativa, necessariamente generale. Le informazioni contenute, pur basate sugli studi scientifici citati, non sostituiscono il consulto personalizzato del professionista pratico, dietologo o medico. Il lettore non è autorizzato a considerare gli articoli qui contenuti come consulti medici, né a prenderli a pretesto per curarsi da sé.
Condividi:

Iscriviti alla mailing list

* dato obbligatorio